TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

De Laurentiis: “D’ora in poi quando ci saranno offerte importanti cederemo tutti. Sokratis? ci stiamo lavorando”

de laurentiis
Ultimo aggiornamento:

Aurelio De Laurentiis, presidente del calcio Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni alla trasmissione Radio Goal sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli.

Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli, , ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni nel corso della trasmissione Radio Goal, in onda sulle frequenze di Kiss Kiss. De
Laurentiis si è soffermato sul calciomercato del Napoli e  sulle decisioni Uefa per la riapertura.  Ecco le sue parole:

CAMPIONATO– “Quello che partirà è un campionato falsato, lo ribadisco. Perché non consentire ai tifosi di entrare allo stadio? I tifosi, così come accade ai calciatori, potrebbero fare i tamponi prima di accedere. Se risultano negativi, perché impedirgli di assistere alle gare dei loro beniamini? E cosa dire delle Nazionali? Se qualcuno, dopo essere andato in Nazionale, risulta positivo, si potrebbero moltiplicare le cause alla UEFA“.

UEFA E FIFA – “La Nations League? Forse la Lega di Serie A con le altre leghe dovrebbe dire ai signori di tutti i governi europei e alla Uefa ‘noi ci fermiamo’. Non ci sta bene essere comandati da voi che non capite nulla, dovreste essere solo il nostro segretariato. State spremendo il calcio e i tifosi senza fine, stabilendo calendari sbagliati e favorendo le nazionali. Il tifoso ha a cuore la Nazionale, ma in primis guarda al proprio campionato. Per quello il tifoso investe e va allo stadio, non tifa per andare a giocare gli Europei. Uefa e Fifa dovrebbero fare un passo indietro“.

CESSIONI – “D’ora in poi quando ci saranno offerte importanti cederemo tutti. Ho capito che in questo Paese (che non garantisce nulla) bisogna vivere alla giornata. Quando mi sono state offerte 110 milioni di sterline sono stato scorretto nei confronti dei tifosi. Stessa cosa con Allan, anche se lì era stata una sorta di protezione per Ancelotti“.

OSIMHEN – “Ha grandissime qualità. La principale sta nel carattere. Ha perso i genitori in tenerissima età. Parliamo di un ragazzo che è cresciuto in un posto molto complicato. Victor ha sofferto tantissimo, ma ha imparato cosa sia la dignità. Osimhen è un grande uomo“.

SOKRATIS PAPASTATHOPOULOS – “Ci stiamo lavorando. Il mercato in uscita è tutta una risata. Nel mondo del calcio le palle si gonfiano a dismisura, sembra che tu stia parlando con delle persone che sembrano semplici ricattatori. Io ormai ci ho fatto il callo, ci nuoto in mezzo. Io sono abituato a nuotare in apnea. E’ anche molto divertente, perché quando li sento parlare faccio finta di prestarmi al gioco e con gli occhi accenno quasi un consenso, voglio vedere la sfacciataggine a cui si arriva“.

AMICHEVOLE NAPOLI-PESCARA – “Spero che sia a porte aperte. Spero di avere 23mila persone allo stadio“.

CESSIONE DI ALLAN ALL’EVERTON – “Credo che sia tutto fatto. Non so se c’è la firma o meno, dovete chiedere a Chiavelli“.

KOULIBALY E ALLAN – “Sono due ottimi calciatori, ma avrei dovuto cederli prima. Non ho venduto il centrocampista brasiliano per tutelare Ancelotti. Quando mi sono state offerte 110 milioni di sterline, sono stato scorretto a non cedere Koulibaly in Premier. Ho capito che bisogna cedere i giocatori quando è il momento giusto anche se magari stanno con noi da appena un anno“.

 

Archivi