ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Ascierto oscurato dai Tg. La sua cura funziona ma il medico non viene citato

Ascierto oscurato dai Tg. La sua cura funziona ma il medico non viene citato
Ultimo aggiornamento:

Ascierto oscurato dai Tg. A Padova utilizzata la cura con il Tocilizumab ma il medico campano non viene citato. Il luminare è sparito dai media.

La cura Ascierto come è stata ribattezzata la terapia con il Tocilizumab sta dando ottimi risultati come ha spiegato l’oncologo campano sui social: “Il coordinamento dello studio clinico su tocilizumab su tutti i pazienti trattati nei vari ospedali italiani avviene presso l’Unità sperimentale clinica del Pascale, sotto la direzione del dottor Franco Perrone.
L’impressione che abbiamo avuto trattando i pazienti nella fase precedente la sperimentazione è incoraggiante. Tuttavia la parola d’ordine è cauto ottimismo.
I risultati scientifici definitivi verranno comunicati direttamente da AIFA ma ci vorranno ancora alcune settimane“.
Il lavoro di Ascierto non si ferma al Tocilizumab, il luminare accende una nuova speranza nella lotta al COVID-19 e parla del vaccino: “I primi risultati dei test preclinici dei cinque candidati vaccini della Takis che inducono una forte produzione di anticorpi contro il COVID-19 sono positivi e incoraggianti. Li sperimenteremo, appena pronti, anche a Napoli. Un grande grazie ad Attilio Bianchi, direttore generale dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale”, per aver creduto in me e in tutto quello che stiamo facendo”.

ASCIERTO OSCURATO DAI TG

Se la cura Ascierto sta aiutando moltissimi malati di Coronavirus a guarire, non si può dire lo stesso dei media italiani, malati cronici dello sputtanapoli.

Paolo AScierto è praticamente sparito dai tg e dai media nazionali in generale. Resta onnipresente Galli, il professore del Sacco di Milano, che continua a parlare ma non si capisce ancora quale contributo abbia dato alla lotta al COVID-19.
La sperimentazione con il Tocilizumab è sotto stretto controllo dell’AIFA ed è coordinata dall’Istituto Pascale, però quando le telecamere del TG2 si recano nell’Ospedale di Padova, dove 30 pazienti stanno meglio grazie alla cura Ascierto il luminare scompare.
Durante il servizio del TG, un medico della terapia intensiva di Padova,  informa i telespettatori che a Padova, come a Roma e a Milano, si stia utilizzando un farmaco, un certo Tocilizumab, che viene in genere applicato per curare l’artrite reumatoide.

Il medico spiega  che grazie al Tocilizumab, stanno molto meglio una trentina di pazienti dalla terapia intensiva e che altre persone affette dal Covid-19 saranno sottoposte a questo trattamento.

I TG E NAPOLI

Nel servizio del Tg2 non viene menzionato in alcun modo che il primo impiego di questo farmaco in Italia è avvenuto a Napoli? Che questa intuizione sia avvenuta ad opera del dottor Ascierto?
Napoli, non è certamente in cerca di primati, ne ha fin troppi nella sua storia millenaria, ma questa forma di censura sulla salute è disgustosa. Se nei Tg si fosse parlato di un fatto di Camorra, siamo certi che avrebbero citato tutti fino alla settima generazione.
Questa ricerca costante della Napoli parassita, non rispettosa delle regole, ignorante… al tempo del coronavirus è assurda e paradossale.

Napoli e la Campania tutta si sono dimostrate altamente efficienti, la qualità del Cotugno ha varcato l’oceano, solo in casa nostra non se ne vuole rendere merito, e mentre il tg3 ancora aspetta qualche incivile per le vie di Napoli, il Dott. Ascierto continua a salvare vite, quello si che è un premio che nessuno può levargli.
Grazie Paolo Ascierto per tutto quello che hai fatto!

Archivi