napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

UFFICIALE TORNA UNA VECCHIA USANZA AL SAN PAOLO

Torna una vecchia usanza degli anni d’oro del calcio, quando i tifosi facevano sentire il proprio affetto alla squadra e  quando il San Paolo brillava alla luce di Maradona.

redazione napolipiu.com

Torna una vecchia usanza

 Il San Paolo è sempre stato l’emblema del tifo in Italia e non solo, quella Napoletana è considerata una delle dieci tifoserie più belle del mondo. Il calcio moderno, fatto di  clausole e pay tv, di regole e di tessere del tifoso, ha fatto disamorare notissimi appassionati.

La gente preferisce restare a casa in quello che De Laurentiis chiama stadio virtuale, perdendosi quel poco che resta della magia che solo lo stadio sa dare.

Gli anni d’oro del calcio

I meno giovani ricorderanno il San Paolo degli anni ottanta, quando a ritmo di tamburo si scandivano i cori, e dai megafoni i capi curva organizzavano le coreografie, c’era anche una tromba, ricordi de rivedere in fotografia.

 

Con l’abolizione della tessera del tifoso e l’attuazione delle ennesime regole, tornano ufficialmente allo stadio tamburi e megafoni e con loro speriamo ritorni quell’atmosferica di festa che rendeva il San Paolo un posto speciale.

Napoli-Nizza racchiusa nel Tweet di Balotelli e in quelle lacrime al San Paolo

Tamburi e megafoni saranno ammessi laddove non ci sia profilo di rischio, per i quali però seguirà una disciplina specifica, recita il decreto, sperando che  questa volta la legge sia quella giusta.

Foto di Museo di  emozioni Napoli

CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetto Leggi di più