Secondigliano, una partita tra detenuti e agenti: tutti in campo per Noemi!

A Secondigliano, una partita tra detenuti e agenti: tutti in campo per Noemi! La terza edizione del “Fair Play E-Vent Cup” è in onore della piccola

[better-ads type=”banner” banner=”108237″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

A Secondigliano, una partita per Noemi! “Siamo qui per dire no alla violenza e augurare una pronta guarigione alla piccola Noemi, affinché ciò che le è accaduto non si ripeta”.

A Secondigliano, tutti in campo per Noemi!

Secondigliano, una partita per Noemi:  detenuti, agenti di polizia penitenziaria e volontari scendono  in campo per la bimba. E’ stato dedicato alla bimba di quattro anni rimasta ferita in una sparatoria a piazza Nazionale lo scorso 3 maggio e alla lotta contro la violenza criminale “Noi di Secondigliano”, la III edizione del “Fair Play E-Vent Cup” dal titolo “Giochiamo il futuro calciando il passato”, ideato da Franca Lovisetto della E-Vent e Piermassimo Caiazzo dell’associazione O.C.C.T. che ha promosso l’evento insieme all’associazione Sguardo Sociale, in collaborazione con il Centro penitenziario di Secondigliano, l’Istituto comprensivo Giovanni Pascoli II-Marta Russo Plesso Carbonelli, la parrocchia dei Sacri Cuori e il Centro sportivo Andrea Capasso, con il patrocinio della VII Municipalità.

La partita tra detenuti e agenti

L’evento, presentato da Celeste Napolitano e Claudio Bizzotto, e a cui ha partecipato Antonella Leardi, la madre di Ciro Esposito, si è svolto presso il Centro sportivo A.S.D. Andrea Capasso in via Limitone d’Arzano, dove si è disputato l’incontro-dibattito tra detenuti e alunni.

A seguirei la celebrazione della santa messa da parte di don Augusto Piccoli, cappellano della polizia di Stato di Alessandria e Asti, che ha proceduto poi alla benedizione delle squadre.

Dopo il saluto del presidente della VII Municipalità Maurizio Moschetti, si è svolta la presentazione delle squadre e l’inizio del quadrangolare di calcio a 5 “3 °Fair Play E-Vent Cup 2019″ tra le squadre: detenuti casa circondariale di Secondigliano; polizia penitenziaria di Secondigliano; Vivi Secondigliano; Associazione O.C.C.T. e, infine, l’esibizione della scuola di ballo “Latin Emotion”.

A portare a casa il Trofeo Fair Play E-vent Cup la squadra della polizia penitenziaria. Al secondo posto Vivi Secondigliano, al terzo da O.C.C. T. e al quarto dai detenuti. Il Fayr Play avrà anche quest’anno fini umanitari e filantropici.

Fair Play E-Vent Cup

Obiettivo è di favorire iniziative con gli studenti delle scuole per prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo e delle devianze minorili.

Il progetto si avvale in particolare della mediazione dello sport come elemento di raccordo tra i minori del territorio, spesso preda di falsi miti, e i detenuti che metteranno a disposizione le loro esperienze per insegnare ai ragazzi che la vita, come una partita di calcio, va giocata con impegno e serietà nel rispetto delle regole e dell’altro.

Ancora una volta i detenuti hanno messo a disposizione dei ragazzi le loro storie ed esperienze di vita. L’iniziativa,  a cura dell’associazione internazionale O.C.C.T.  prevede una raccolta fondi per l’acquisto della DIGNI-CAP (uno speciale “casco” per evitare la caduta dei capelli durante le sedute della chemioterapia) da donare al reparto oncologico dell’ospedale di Cittadella.

Altre storie
PAPU GOMEZ MARADONA
Atalanta, Papu Gomez: “Maradona è Dio, il mio percorso simile al suo”