Sconcerti: “Inter solida, ma è il Napoli la squadra più bella d’Italia. Ecco come finirà il campionato”

Sconcerti: "Inter solida, ma è il Napoli la squadra più bella d'Italia"

Per Mario Sconcerti il Napoli di Ancelotti è  è la squadra più bella del campionato. L’inter  ha la difesa più solida della serie A. La Juve lascia.




Il Napoli vince e convince, primeggia in Champions contro i campioni d’Europa e in campionato strapazza, con 9 cambi, il piccolo Lecce. Anche la critica può ostica comincia a cedere difronte alla grande bellezza azzurra. Mario Sconcerti nel consueto editoriale sul corriere della sera, definisce il Napoli, come la squadra più della bella serie A:

SCONCERTI SU INTER E NAPOLI

Ci sono due squadre diverse dentro una stagione diversa. Sono Inter e Napoli, ricordando che la diversità viene dagli spazi che la Juve lascia per adesso nel gioco.

I primi due dati sono evidenti: l’Inter ha subito un solo gol, sette meno del Napoli, è di gran lunga la miglior difesa d’Italia. Questa difesa in cui Godin si è inserito con leggerezza è anche la vera spinta della squadra.

L’Inter non è irresistibile, ma chiude tutto, quindi rilancia continuamente. In qualche modo gli avversari rimbalzano, si trovano sempre la palla nella loro metà campo. La difesa dell’Inter è anche il suo centrocampo, il suo inizio di azione. I registi possono giocare palloni migliori, sanno che perderli sarà un errore subito recuperato.

Lo diceva anche il vecchio Einstein. Conta il rapporto relativo con gli altri, che giocano a volte meglio al calcio, ma vanno a caso, come la Juve di questi tempi. Poi c’è il Napoli, sette reti subite nelle prime due giornate, una sola nelle ultime due.


IL NAPOLI È LA SQUADRA PIÙ BELLA D’ITALIA

Il Napoli è la squadra più bella del campionato, è l’unica anche ad avere un parco giocatori di soli titolari, l’unica ad avere due grandi centravanti, Llorente e Milik. Ancelotti ha il centrocampo più colto, Elmas, Zielinsky, soprattutto Ruiz, sono la consolazione dei maestri che infatti li usano ovunque. Sanno fare tutto, ma non sempre. Se Ancelotti non sbaglia le dosi, ha la squadra più completa. Dovrà essere umile lui, fare un passo indietro rispetto alla voglia di mescolare continuamente le carte.

COME FINIRÀ IL CAMPIONATO?

Il Napoli ha già giocato con la Juve ed è stato tre volte in trasferta dove ha segnato nell’insieme 11 reti. Se si tolgono le promesse della Roma, a tratti travolgenti, è il vero avversario dell’Inter.