Calcio NapoliTutto Napoli

Quagliarella nello stadio di Maradona: “A Napoli sognavo un gol da centrocampo”

Fabio Quagliarella ex attaccante del Napoli giocherà nello stadio di Diego Armando Maradona, un idolo per l’attuale calciatore della Sampdoria.

Inizia con il racconto di un aneddoto l’intervista di Fabio Quagliarella alla Gazzetta dello Sport. Il calciatore della Sampdoria sfiderà domenica il ‘suo’ Napoli e racconta di quel tiro da centrocampo alla prima con la maglia del Napoli nel 2009 col Livorno: “Ho capito che non era gol quando la palla ha toccato il legno. Ho pensato che l”ultimo che aveva fatto gol da quella posizione in quello stadio era stato Diego” dice Quagliarella che ammette: “Avrei barattato i miei undici gol stagionali per quella rete. Alla domanda quanti gol hai fatto al Napoli? Avrei risposto: “Uno, da centrocampo. Sarebbe bastato e avanzato“.

Quagliarella domenica giocherà proprio in quello stadio dedicato a Diego Armando Maradona e dice: “Per me significa tantissimo. Sarà un privilegio e una grande fortuna” poi racconta chi era l’ex Pibe De Oro per lui: “Per noi napoletani d’Italia e del mondo è tutto” per l’attaccante della Sampdoria la morte di Maradona lascia un “vuoto enorme non solo in chi amava il calcio. Già solo osservando il mondo in cui toccava la palla capsici chi era. Di fronte a uno come lui, io che gioco al calcio, sono un dilettante“.

L’ex attaccante del Napoli continua parlare di Maradona e della maglia numero dieci: “Per me rappresenta Maradona, il giocatore che non è uguale altri in una squadra. Negli anni si è un po’ perso questo significato, ma prima era così. Il dieci uno fuori dalla norma“. Quagliarella domenica potrà giocare nello stadio di Diego Armando Maradona ma ancora una volta sarà un avversario, mai un nemico per quella Napoli che continua ad amarlo e rispettarlo, nonostante abbia giocato solo una stagione in maglia azzurra, anche a causa di una vicenda personale.

NAPOLI SU GOOGLE NEWS

Su Google news tutte le notizie su Napoli, la squadra, la città e la sua storia. Segui ora

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.