Calcio Napoli

Pistocchi distrugge Damascelli: “Coinvolto in calciopoli e ancora parla?”

Maurizio Pistocchi sui social demolisce Tony Damascelli: “sospeso per i suoi comportamenti in Calciopoli, parla ancora di calcio sui media”.

Il giornalismo è una professione fondamentale per la società, poiché fornisce informazioni corrette e imparziali ai cittadini. Tuttavia, ci sono stati casi in cui alcuni giornalisti si sono compromessi con poteri esterni, mettendo in dubbio l’integrità e l’indipendenza della professione.

Tony Damascelli, noto giornalista de Il Giornale, è stato coinvolto in passato nello scandalo del calcio “Mongiopoli” e ha subito una sospensione di 4 mesi dall’Ordine dei Giornalisti per violazioni deontologiche. Nonostante questo, continua a scrivere di calcio sui media.

Recentemente, Damascelli ha scritto un articolo in cui offende l’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, criticando il suo comportamento in una partita contro la Juventus. Tuttavia, le accuse di Damascelli sono state smentite dalle immagini della partita, che mostrano Spalletti che cerca di stringere la mano ad Allegri, allenatore della Juventus, ma quest’ultimo cerca per un momento di evitare il saluto.

Maurizio Pistocchi, recentemente  su Twitter, ha sottolineando come in un altro paese una persona coinvolta in uno scandalo di questo tipo non sarebbe più accettata nell’ambiente giornalistico.

In sintesi, l’articolo di Tony Damascelli e la sua offesa all’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, ci ricorda chel giornalismo deve essere al di sopra di ogni sospetto e deve garantire l’indipendenza e l’integrità dei giornalisti. I cittadini hanno il diritto di ricevere informazioni corrette e imparziali e gli standard etici e deontologici devono essere sempre rispettati per garantire questo. È importante che i giornalisti si tengano lontani da qualsiasi tipo di pressione esterna e che lavorino sempre per la verità e la trasparenza.

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.