napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Liguori shock: “Chievo salvato per battere il Napoli. Campionato Juventino…”

La FIGC ha scelto la Juventus

Il Chievo è stato salvato per battere, il Napoli, la Roma e tutte le rivali della Juventus. Paolo Liguori furioso.

La Juve ha vinto l’ottavo scudetto di un campionato a detta di molti falsato e pilotato. La serie A continua a peggiorare e si appresta a diventare il campionato più brutto d’Europa. Sulla massima serie Italiana c’è sempre un alone di sospetto, come ha spiegato il direttore del TG Com Paolo Liguori ai microfoni di Radio CRC:

“Scudetto alla Juventus? Ormai gli viene affidato di default. Se non cambia la struttura e la federazioni, arriviamo anche ai prossimi dieci. La capacità economica, di potere e condizionamento, è tale che il campionato sia loro.

Liguori shock: "Chievo salvato per battere il Napoli. Campionato Juventino..."

Il campionato è truccato? No, è finito, è juventino: le altre squadre servono a fare numero, a permettere il campionato”.

Liguori ha poi aggiunto: “Perché, mi chiedo, il Chievo è rimasto in Serie A? Qualcuno deve avere il coraggio di dirlo: perché faceva comodo in Serie A. Doveva andare in Serie B, ma gli hanno detto: ‘Ti tratteniamo in Serie A un altro anno, ma quando ci servirà dovrai giocare col coltello tra i denti contro gli avversari della Juve.



Contro il Napoli, le milanesi e le romane dovrai buttare il sangue‘. Sono le squadre che vincono i campionati, non le persone”.

POTREBBE INTERESSARTI

Segui tutte le ultime notizie sul calcio Napoli

Tutte le news sul calcio e la serie A

CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetto Leggi di più