ULTIME NOTIZIE SULL'EMERGENZA CORONAVIRUS

ISP: Sarri e De Laurentiis insieme per vincere. Ecco quando si parlerà del rinnovo

Sarri tiene De Laurentiis sulle spine. Tutti i dettagli

Sarri e De Laurentiis insieme per vincere. Le clausole sul contratto di Sarri non preoccupano. Né Aurelio De Laurentiis né il tecnico toscano vogliono però fermarsi qui: dopo due anni e mezzo ai vertici, l’obiettivo dichiarato è lo scudetto. La dirigenza del Napoli lavora in silenzio al contratto di Sarri. Ecco la situazione analizzata dalla redazione di ISP.

Sarri e De Laurentiis insieme per vincere

Vedere spuntare Maurizio Sarri in giacca e cravatta alla cena di Natale ha sorpreso decisamente di più rispetto al rendimento del Napoli nell’anno solare: 96 punti che possono diventare 99 in caso di successo sul Crotone nell’ultima d’andata, che darebbe agli azzurri il platonico, ma significativo, titolo di campioni d’inverno.

L’obiettivo dichiarato è lo scudetto

Aurelio De Laurentiis né il tecnico toscano vogliono però fermarsi qui: dopo due anni e mezzo ai vertici, l’obiettivo dichiarato è lo scudetto. La strada è lunga, ma va percorsa fino in fondo prima di pensare al futuro. Lo stesso De Laurentiis ha definito il proprio allenatore “un maestro di calcio”, ricordando le perplessità dell’ambiente e degli addetti ai lavori al momento della scelta di Sarri per il dopo Benitez.

La dirigenza del Napoli lavora in silenzio al contratto di Sarri.

I risultati sono sotto gli occhi di tutti, ma per entrare definitivamente nella storia oltre al bel gioco serve il titolo più ambito. Solo a quel punto si potrà pensare al contratto, argomento già allontanato dallo stesso Sarri alla vigilia di questo intenso ciclo di partite natalizio. Come noto, e come ricorda Il Mattino, quello che lega l’ex allenatore dell’Empoli al Napoli è un vincolo particolare, sul piano economico, visto l’ingaggio di “appena” 1,4 milioni, ma non solo: il contratto scadrebbe infatti nel giugno 2020, ma già a giugno le due parti potrebbero svincolarsi unilateralmente, Sarri pagando una penale di 8 milioni, mentre De Laurentiis se la caverebbe con appena un milione. Uno scenario cui oggi non vuole pensare nessuno. Intanto la dirigenza del Napoli lavora in silenzio al contratto di Sarri.

Archivi