Calcio Napoli

Bargiggia: “Napoli, gli infortuni non sono sfortuna. De Laurentiis vuole spiegazioni: Due questioni da chiarire”

Bargiggia parla dei troppi infortuni subiti dal Napoli in questa stagione, De Laurentiis chiama a rapporto lo staff medico e tecnico.

NOVE INFORTUNI PER IL NAPOLI

In meno di tre settimane il Napoli ha perso per infortunio ben nove giocatore, l’ultimo in ordine di tempo è stato Lobotka. Trauma contusivo per il centrocampista slovacco. Il giocatore si è infortunato durante la partita con l’Atalanta in seguito ad una botta presa in campo. Lobotka ha provato a restare sul terreno di gioco, ma dopo pochi minuti si è dovuto arrendere.

Sulla questione infortuni nel Napoli, ai microfoni di !station Radio è intervenuto il giornalista Paolo Bargiggia:

“Il Napoli, nelle ultime cinque partite, tra campionato e coppa, ha vinto solo contro la Lazio, pareggiato col Sassuolo e perso ben tre volte. Gli infortuni hanno fatto sì che Spalletti dovesse schierare dei calciatori assolutamente non all’altezza di competere fisicamente con l’Atalanta.

Ma gli infortuni non sono sfortuna, perché sono tutti, tranne Osimhen, di natura muscolare. Bisogna farsi delle domande, e so che De Laurentiis vuole spiegazioni dallo staff. Si gioca tanto, è vero, ma tutti giocano tanto. Nove infortuni muscolari da inizio stagione sono troppi. C’è anche sfortuna, ma le responsabilità maggiori di chi sono? Forse manca qualcosa nello staff medico.

Io credo che Adl, pur nel rispetto dei conti, debba intervenire sul mercato in primis per sistemare la squadra, ed in secundis per dare qualcosa ai tifosi azzurri che meritano tanto. Non si può più aspettare Ghoulam, altrimenti si chiude l’ennesimo campionato senza che l’algerino sia utile alla causa, e non ci si può fidare di Manolas, abbiamo capito che, ormai, con la testa è in Grecia. Quando ero cronista per l’Inter, ricordo che il preparatore di Cooper, Alfano, in una sola stagione portò oltre venti infortuni muscolari, poi si scoprì che usava metodologie di allenamento assolutamente deleterie”.

Napoli infortuni
Anguissa potrebbe rientrare contro l’Empoli

LOTTA SCUDETTO

Bargiggia nel corso del suo intervento ha poi aggiunto: “In questa fase di campionato possiamo dire che Milano sia la capitale, si sono ribaltate le gerarchie con le due milanesi che hanno scavalcato il Napoli. È una classifica che, chiaramente, non ha nulla di definitivo: quattro squadre in quattro punti, è tutto ancora aperto. Più che il Milan, che ha vinto una partita di ordinaria amministrazione contro la Salernitana che sta lasciando punti a tutti, falsando un po’ il campionato, chi mi ha sorpreso è l’Inter.

Grande duttilità di gioco per i nerazzurri, nessuno lo avrebbe mai detto dopo la partenza di Conte, Lukaku ed Hakimi. Simone Inzaghi, fin qui, vince a mani basse il confronto con Antonio Conte: entrambi, dopo la sedicesima, sono secondi, ma quest’anno hanno superato il girone di Champions League e hanno subito quattro gol in meno. I rossoneri, invece, mi convincono di meno: a parte che non sono più artefici del proprio destino in Champions, per quanto poi hanno avuto due passi falsi in campionato che proprio non ci stavano”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.