Video – De Maggio: “De Laurentiis mi ha confermato che Ancelotti non si muove”. Emerge un retroscena su Mertens

De  Maggio e De Laurentiis confermano che Carlo Ancelotti non si muove da Napoli. Il direttore di radio goal svela un retroscena su Mertens

Gattuso, Spalletti e Allegri, sono i nomi che sono emersi per la panchina del Napoli. De Laurentiis però smentisce la notizia con una telefonata a Valter De Maggio, direttore della radio ufficiale del calcio Napoli:

LA TELEFONATA DE MAGGIO – DE LAURENTIIS

Non è mai venuta meno la mia fiducia in Carlo Ancelotti, spiega De Laurentiis a Valter De Maggio. La fiducia nel tecnico è totale e incondizionata come uomo e come allenatore. Non ho deciso nulla, sarebbe un errore decidere ora.

Abbiamo una stagione in corso, esiste solo la strada del modus operandi, la squadra deve tornare a lavorare con serenità“.

De Maggio su De Laurentiis ha poi aggiunto: “Gattuso e Allegri? Mai chiamato nessuno, e nemmeno Spalletti. Con Allegri ci sentiamo da tempo, abbiamo un buon rapporto. Nel 2013 lo chiamai per farlo diventare nostro allenatore ma era sotto contratto con il Milan. Mi aveva dato la disponibilità a venire a Napoli ma avevo già stretto la mano a Benitez e la mia parola vale più di un contratto.
Ancelotti è il nostro tecnico, forse c’è un problema di metodologia di lavoro, che in altri posti non riscontrava, poiché i fuoriclasse come Cristiano Ronaldo riuscivano ad allenarsi anche da soli.
Mentre da noi, forse, serve un metodo di lavoro più scolastico rispetto ad altri posti. Ma lui ha vinto ovunque, quindi mi fido del suo lavoro“.”

De Maggio approva le parole di De Laurentiis e apre alla Champions:”Mi chiedo, possibile che il tecnico venga esonerato con la squadra ad un passo e mezzo agli ottavi di Champions League? Non voglio nemmeno immaginarlo.
Non voglio parlare di questa ipotesi, perché non la prevedo. Inoltre mi arrivano delle voci su Massimiliano Allegri e la sua prossima squadra, si parla di un clamoroso ritorno al Milan per il livornese.
Ancelotti è Louis Vuitton, ed io me lo tengo stretto uno come lui. Non scherziamo proprio, a Napoli non c’è uno del suo calibro, con le sue capacità, col suo palmares.
Non oso immaginare cosa succederà se il Napoli dovesse vincere la Champions League? Io ci credo“.

RETROSCENA SU MERTENS

Dalla riunione di lunedì a Castel Volturno, emerge un retroscena su Mertens, il belga avrebbe chiesto ad Ancelotti di cambiare modulo e passare al 4-3-3. Il calciatore avrebbe anche chiesto allenamenti specifici per far sì che tale modulo possa essere provato con costanza durante le sessioni di allenamento.