Calciomercato Napoli

Repubblica: Insigne e il nodo contratto. Trattativa estenuante, meglio firmare subito o tacere

Corbo invita il Napoli ha prende una decisione sul rinnovo del capitano

Antonio Corbo parla del rinnovo di Insigne: “firmare subito o tacere. La peggiore è
riaprire un paio di volte al mese una trattativa sfibrante”

CORBO SUL RINNOVO DI LORENZO INSIGNE

Il rinnovo di Insigne al centro del focus si Antonio Corbo su Repubblica:

“Il campionato ritrova un imbronciato Insigne. Per un fantasista intoccabile dev’essere stato almeno strano giocare solo 171 minuti su 360 nelle ultime 4 partite. Spalletti lo ferma due volte, con lo Spartak e a  Firenze. Non va meglio in Nazionale. Insigne esce con la Spagna dopo 57’ per giocare ieri gli ultimi 4 con il Belgio. La sua forma sembra appannata. Ci mancherebbe, dopo prove sublimi e massacranti da regista offensivo disponibile anche alla copertura. Ma per nuove accelerazioni è opportuno evitare ad Insigne inutili stress e suggestioni.

Il rinnovo del contratto di Insigne  ha occupato le cronache del Napoli per un’intera estate. Più che l’incontro di lavoro era l’annuncio di un match imminente. De Laurentiis e lo staff di Insigne ebbero saggezza e buongusto da rinviare la trattativa, ripresa però a poche ore da Napoli-Juve al Britannique, frequente sede del ritiro della squadra e soggiorno consueto di De Laurentiis. Il miglior posto per farsi notare. Lo stesso, prima dell’esordio europeo con lo Spartak. Per giornali, tv e radio sono notizie ghiotte. Indefinite, quindi facili da interpretare. In realtà l’accordo ancora non c’è. E non è questo il periodo più favorevole alle controparti”.

Corbo su Insigne aggiunge: “Al giocatore conviene trattare dopo gennaio quando diventeranno concrete le eventuali e lecite offerte di altri club. Per De Laurentiis e Chiavelli diventa invece un azzardo. Risparmiano se chiudono ora l’accordo e il Napoli a maggio sarà in Champions.

Occorre decidere: credono in questo Napoli o preferiscono aspettare inverno o primavera? Come il tavolo verde insegna, ognuno è libero di fare il suo gioco. Ma in questo caso è diverso: c’è un campionato che molto promette ed è tutto aperto. Le soluzioni migliori sono: firmare subito o tacere. La peggiore è riaprire un paio di volte al mese una trattativa sfibrante. Con effetti perversi: l’ambiente ne rilegge i retroscena a modo suo, se Insigne guida la squadra a una vittoria o se sbaglia un rigore. In una stagione che vede il capitano impegnato per grandi traguardi, il suo staff e il Napoli hanno il dovere di pensarci”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.