Calcio Napoli

Auriemma sbotta: “Insigne altro MLS era agenti immobiliari. C’è accanimento mediatico, si vuole mostrare Lorenzo il Cattivo! Sul rinnovo e l’ingaggio decurtato…”

Il giornalista difende il capitano azzurro e punta il dito su alcuni media

Raffaele Auriemma ha riportato alcuni aggiornamenti sulla vicenda del rinnovo di Lorenzo Insigne con il calcio Napoli.

ACCANIMENTO MEDIATO SU INSIGNE

Raffaele Auriemma nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete su Radio Marte, ha dato alcuni aggiornamenti sulla vicenda del rinnovo di Lorenzo Insigne.

“Sono un po’ stupito dell’accanimento su Insigne. Per me è un accanimento mediatico nei confronti di un figlio di Napoli che vuole restare e che è disposto anche ad accettare di decurtarsi l’ingaggio. Decurtare è una cosa e dimezzare è un’altra. Per questa ragione la trattativa sarà lunga e non so se sarà nemmeno una trattativa.

De Laurentiis ha detto di voler ridurre il monte ingaggi fino a 70-80 milioni: da dove li prendi questi soldi? Da chi guadagna di più. Insigne guadagna 4,8 milioni più bonus (per arrivare a 5,5), se lo dimezzi sono 3,2 milioni. Ma un ragazzo di 30 anni, leader in Nazionale, in piena forma, professionista serio, può mai dimezzarsi lo stipendio per restare a Napoli? Io dico di no, probabilmente avrà anche avuto qualche suggerimento. Qualcuno gli avrà chiesto cosa farà l’anno prossimo. Chiedere è una cosa, trattare è un’altra ovviamente. Mi dispiace molto”.

INSIGNE VERSO LA MLS?

Raffaele Auriemma ha poi aggiunto: “Mi sono voluto informare sulla presunta trattativa con gli americani per la MLS. Ho chiesto al suo agente, Vincenzo Pisacane, di questa trattativa alla luce del sole. Noi sappiamo che Insigne potrà trattare un’eventuale cessione dall’1 febbraio. Prima sarebbe passibile anche di deferimento della Procura Federale. Ho voluto vederci chiaro e l’agente mi ha spiegato che quell’incontro alla luce del sole con americani era con degli agenti immobiliari che gli ha segnalato Ciro Immobile, suo amico da anni. Insigne vorrà fare degli investimenti futuri anche di buon pregio. Chi è venuto a trattare – a detta di Pisacane – non erano emissari di un club di calcio ma erano agenti immobiliari per l’acquisto di uno o più appartamenti“.

Auiremma difende Lorenzo Insigne

BONUS PER IL RINNOVO?

Auriemma sul rinnovo di Insigne ha poi spiegato: “Anche il fatto che Insigne abbia chiesto 7 milioni alla firma a me non risulta. Se De Laurentiis vuole dimezzare l’ingaggio tu puoi mai chiedere una cifra così. Rispetto ai 5,5 che guadagna oggi, Insigne è disposto a trattare una decurtazione intorno ai 4,2 con bonus. Qualora dovesse percepire 3 milioni di euro può mai chiederne 7? Sarebbe un controsenso anche solo pensarlo“.

ACCANIMENTO MEDIATO SUL CAPITANO DEL NAPOLI

Vedo che si vuole necessariamente mostrare agli occhi dei tifosi Lorenzo il Cattivo, che vuole il male del Napoli e vuole speculare sul fine contratto. Non è così e mi dispiace che qualcuno stia portando Lorenzo Insigne su questa traiettoria. Non è assolutamente una cosa plausibile. Tutto è possibile nella vita ma ora non è plausibile“. Ha concluso Auriemma sulla questione Insigne.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.