Le Interviste

Graziani: “Coppa d’Africa, Napoli messo malissimo. E’ una stronxxxa”

L'allenatore parla ai microfoni di Radio Marte

Ciccio Graziani a Radio Marte parla del Napoli che perderà calciatori importanti a gennaio, quando è in programma la Coppa D’Africa. Gli azzurri cederanno giocatori come Osimhen, Koulibaly, Ounas e Anguissa, ovvero calciatori importantissimi per Luciano Spalletti. Attualmente Ounas è fermo per infortunio, ma anche l’algerino, che non è stato utilizzato moltissimo, resta una risorsa per il tecnico del Napoli. De Luarentiis sta provando a bloccare i giocatori in Coppa D’Africa, ma sarà molto difficile spuntarla.

Al momento il Napoli dovrà cedere i calciatori per la Coppa d’Africa e secondo Ciccio Graziani non “fermare il campionato è una stronzata. non se ne rendono conto i cervelloni di UEFA e FIFA. Osimhen? Anche senza Koulibaly, il più forte difensore al mondo in questo momento. Se tu mi levi 3-4 pezzi mi fai male sul serio. Se vanno via sono messi non male, di più. Anche altre società sono penalizzate, il Napoli per ciò che gli compete può andare in difficoltà e perde competitività“.

Graziani: “Napoli da scudetto, ma attenti alla Coppa d’Africa”

L’allenatore e commentatore tv Graziani, a Radio Marte sottolinea che gli azzurri sono tra i favoriti per la vittoria finale del titolo in Serie A: “Questo può essere l’anno del Napoli in chiave Scudetto. Volere è potere, quindi una squadra non dev’essere superficiale ma convinta delle proprie potenzialità. Mai come quest’anno il Napoli potrebbe farcela. L’unica preoccupazione è quando vanno via quei 3-4 giocatori, poi sei messo male“.

Intanto per continuare al striscia di vittoria consecutive (sono 7 ndr) bisogna battere il Torino domenica: “Napoli-Torino? Può succedere di tutto. Quel Napoli-Verona grida vendetta, così come quel famoso Roma-Lecce. La gara è difficile ma se il Napoli continua a giocare così bene per il Toro sarà difficile che possa portare un risultato a casa. Il Toro degli ultimi anni era vergognoso da vedere nella lotta per non retrocedere. Zaza, Belotti, Sanabria e Bonazzoli e si lotta per quello? Doveva garantire un metà classifica ma nel calcio non regala niente nessuno. Il Torino quest’anno mi sembra migliorato, c’è più personalità e autostima, per domenica recuperano giocatori. Ora la squadra prende meno gol e va meno in difficoltà. Con il Napoli però è un bel test. Le partite si vincono con l’estro e la qualità dei singoli. Il mio maestro era Liedholm, mi diceva sempre che noi dovevamo fare il nostro e gli avversari il loro. Una squadra dev’essere forte con la sua identità, gli altri si devono adeguare all’identità del Napoli. In Italia gli allenatori pensano prima alla squadra degli altri e poi alla loro. Match Analysis in Serie A? Una vergogna, si buttano i soldi dalla finestra“. Torino-Napoli è anche un asse di calciomercato, dato che i granata cercano Petagna, mentre gli azzurri hanno puntato Bremer.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.