ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Atalanta-Napoli 1-2: il polacco Milik gela Bergamo!

Atalanta – Napoli chiude la giornata 14 di A, avvelenata dalle polemiche arbitrali causate scarso utilizzo del Var.


di Giuseppe Libertino

La tecnologia, unica speranza per evitare un mucchio di polemiche contro gli arbitri ogni settimana, andrebbe utilizzata in modo esponenziale ma al momento fatica ad essere vera protagonista.

Stasera a Bergamo non è stata necessaria: Ancelotti batte Gasperini, il Napoli è secondo, tre punti sopra l’Inter. La capolista ed inarrestabile Juventus a +8, gioca un altro campionato.

L’Atalanta, per ritmo e principi di gioco, forse è la più britannica delle squadre italiane. Risulta quindi davvero un bel test per il Napoli a circa una settimana dalla sfida dell’anno 2018 in casa del Liverpool. Pronti-via, azione da manuale, -contropiede letale- del Napoli con Mertens e Insigne protagonisti, Fabián segue l’azione in attacco e batte Berisha. La Dea e i suoi tifosi sono storditi dallo sfregio dello spagnolo dopo due minuti, manco il tempo di portare a termine un coro completo contro gli ospiti.

Il Napoli ha rischiato pochissimo nel primo tempo, gli esterni Fabián e Callejon hanno fatto molto bene, idem Allan e Hamsik in mezzo. Ed ha anche sprecato due azioni importanti in attacco. L’ex Zapata ci ha provato con tutta la sua fisicità, ma la difesa partenopea è stata molto attenta.

Albiol apre la ripresa salvando la porta di Ospina, Freuler è arrivato ad un passo dal pari. L’Atalanta è carica e spinge sull’acceleratore. Segnale del gol nell’aria che arriva con Zapata, il colombiano non perdona e pareggia dopo 10 minuti.
Il pari non cambia fino al minuto 85. Bastano 3 minuti a Milik entrato pochi istanti prima per freddare nuovamente l’Atalanta. Gol fantastico e volante del polacco che regala tre punti d’oro al suo Napoli in ottica secondo posto. Applausi ad Arek ed anche a Rui che sventa una pericolosa azione dei padroni di casa. Ed anche ad Ancelotti che azzecca il cambio nel momento giusto.

Ore 22:30, Il Napoli ha già la testa ad Anfield Road, Klopp e i Reds aspettano. In mezzo a creare scompiglio: il Frosinone al San Paolo, mentre il Liv’pool andrà a Bournemouth.

Archivi