ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Ag. Hysaj: “Ancelotti lo aveva distrutto. Tra sette giorni sarà in campo”

Ag. Hysaj: "Ancelotti lo aveva distrutto. Tra sette giorni sarà in campo"

L’agente di Hysaj, Mario Giuffredi parla dell’infortunio accorso al terzino albanese e bacchetta Carlo Ancelotti.

Grande spavento per Elseid Hysaj, il terzino albanese ha lasciato il campo zoppicando durante la sfida tra Cagliari e Napoli alla Sardegna Arena. Hysaj con Gattuso sta vivendo una seconda giovinezza, accantonato da Carlo Ancelotti, con l’arrivo di ringhio ha rivisto nuovamente il campo e piano piano sta tornando ai livelli a cui ci aveva abituato. L’agente di Hysaj Mario Giuffredi è intervenuto ai microfoni di radio punto nuovo. Il procuratore ha parlato delle condizioni di Hysaj e ha lanciato una frecciatina a Carlo Ancelotti:

“Hysaj è disponibile con il Brescia? La Gazzetta dello Sport ha scritto “Interessamento del legamento crociato”. Invece il ragazzo sarà in campo tra massimo 7 giorni e non si esclude che possa essere disponibile già col Brescia. I napoletani penso debbano riconoscere la serietà, la bontà, la professionalità e la capacità del ragazzo e del calciatore. Ancelotti aveva distrutto il ragazzo del punto di vista dell’autostima, gli aveva tolto certezze”.

Giuffredi, agente di Hysaj ha poi aggiunto: “Ancelotti a Napoli non ha fatto bene, altrimenti non sarebbe stato esonerato. Preferisco non parlare dei rapporti tra l’allenatore ed i calciatori. Ma tanti giocatori sono stati annientati da Ancelotti e rivalutati da Gattuso. Gattuso è un allenatore bravo, fa un calcio diverso. Secondo me è venuto a Napoli in una situazione catastrofica, ma ha fatto un lavoro più che eccellente. Juric invece deve essere ancora sperimentato in una piazza difficile, non sai mai che cosa può venire fuori“.

ANCELOTTI TORNA A PARLARE DEL NAPOLI

L’ex tecnico del Napoli Carlo Ancelotti dall’Inghilterra è tornato a parlare del Napoli e della separazione.

Le cose stanno andando bene. Non avevo bisogno di essere rigenerato, stavo bene anche a Napoli. Nel calcio si è giudicati dai risultati e non erano all’altezza della squadra. La decisione è stata presa in accordo ed è stata quella giusta, vado meglio io e va meglio il Napoli. Non voglio parlare della mia avventura in azzurro. Napoli è stata una bellissima esperienza, ho conosciuto giocatori e persone che hanno lavorato con me. La città è lì che mi aspetta per le vacanze”.

Archivi