ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Udinese-Napoli 1-1. Gli azzurri non vincono da 9 partite

udinese napoli 1-1

Udinese-Napoli 1-1. Ancelotti arresta la caduta libera ma gli azzurri non vincono da 9 partite tra serie A e Champions

Alla Dacia Arena, Udinese-Napoli termina con un pareggio per 1-1. Gli azzurri non sanno più vincere.  I tifosi del Napoli si aspettavano una reazione della squadra partenopea, dopo il ritiro forzato e le voci venute fuori in settimana.

Da segnalare un accenno di reazione nel secondo tempo, troppo poco per giudicare il Napoli “guarito”.

Ormai è difficile commentare. Gotti, 46 panchine in B e 5 in A con questa, scrive il giornalista di Fanpage, Leonardo Ciccarelli, ha capito che bastava avere la superiorità numerica al centro del campo e lasciare le fasce ad Ancelotti per portare a casa almeno un punto, così è stato.

Un primo tempo che è un insulto al calcio. Un secondo tempo arrembante quanto inconcludente.

La cosa più interessante, ancora una volta, lo vediamo fuori: due ammonizioni e un’esplosione per protesta, Mertens graziato che quasi sembrava cercare il rosso; Zielinski che segna ed esulta senza gli altri.
È uno spettacolo indegno, lo sarebbe per chiunque, figuriamoci per “lui”.
Martedì ultima?

UDINESE –  NAPOLI 1-1

Il Napoli non comincia male la gara, palleggia, smarca spesso e volentieri Callejon e Insigne sugli esterni. Ma agli Azzurri manca mordente, intraprendenza negli uomini chiave e anche equilibrio tra le due fasi di difesa e attacco. Così dopo mezz’ora di partita, con una delle rare fiammate, l’Udinese trova il goal del vantaggio alla prima vera occasione.

Fofana taglia a metà il centrocampo del Napoli, lancia Lasagna con un filtrante preciso e Meret viene battuto dal tocco morbido dell’attaccante bianconero. Male, molto male, la coppia Koulibaly-Manolas nell’azione del goal.

Ad inizio secondo tempo Ancelotti lancia subito nella mischia Llorente al posto di uno spento Insigne. Rispetto alla prima frazione, comincia ad arrivare qualche occasione pericolosa per il Napoli, in generale la squadra appare più aggressiva e vogliosa di ritrovare almeno il pareggio.

La rete arriva a venti minuti dalla fine, con uno dei giocatori più attivi, ovvero Zielinski. Il polacco recupera palla in tandem con Mertens al limite dell’area, poi con un sinistro a giro lascia di sasso Musso.

Nei minuti finali il Napoli prova il forcing disperato, soprattutto con cross laterali verso la testa di Llorente. Ma l’Udinese difende bene e non rischia poi nulla di eclatante. Buon punto per la squadra di Gotti, mentre Ancelotti scivola sempre di più verso il baratro, rischiando anche l’esonero.

IL TABELLINO

Udinese-Napoli 1-1

Marcatori : 32′ Lasagna, 69′ Zielinski

UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Ekong, Nuytinck; Ter Avest (74’Pussetto), Fofana, Mandragora, De Paul (84′ Barak), Stryger Larsen; Okaka, Lasagna (90′ Becao). All. Gotti.

NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Callejon, Fabian, Zielinski, Insigne (46′ Llorente); Mertens, Lozano (62′ Younes). All. Ancelotti.

Ammoniti: De Paul, Mertens, Callejon, Fofana, Okaka, Mario Rui

Espulsi: Maksimovic (dalla panchina)

Arbitro: Mariani

Archivi