Calcio Napoli

Tosto: “Spalletti super, anche un giocatore della Primavera renderebbe al massimo”

L'ex giocatore esalta il lavoro del tecnico toscano

La vittoria del Napoli con la Lazio è merito anche di Luciano Spalletti che ha fatto fronte alle emergenze costruendo un grande gioco. Il tecnico azzurro non ha voluto alibi per l’assenza di Osimhen, Anguissa e Politano, ma ha cercato di stimolare la squadra. Ha recuperato giocatori come Lobotka che sembravano oramai destinati a restare in panchina, facendoli rendere al meglio. “Il Napoli con la gestione Spalletti sta girando a mille e ha raggiunto un livello sotto tutti i profili completo. Tutti i giocatori interpretano al meglio il gioco del tecnico. Al momento anche un giocatore della Primavera si esalterebbe perché il gioco del Napoli è esaltante. Nella gestione della palla il Napoli è la migliore squadra in assoluto: domina in ogni zona del campo e non spreca una palla“.

Napoli: Mertens protagonista

Altro protagonista assoluto di Napoli-Lazio è stato anche Dries Mertens che ha siglato due gol magnifici. “Sappiamo che ha colpi e giocate, non lo devo dire io. Non è che sia andato a riprodursi o trasformarsi: ha tirato fuori dal cilindro un paio di giocate delle sue. Il primo gol è frutto di una giocata fisica oltre che tecnica, il secondo è una genialata, anche per il movimento di smarcarsi e di osservazione dell’angolino. Questi colpi non possono avere delle pause: o li hai o non li hai. Ha fatto una prestazione completa con due giocate, una straordinaria e un’altra geniale. Una prestazione per il resto normale, non ha dominato nell’aspetto fisico ma ha avuto i colpi da Mertens. Il genio parte dalla testa. Come faceva Maradona, bisogna pensare meglio e prima degli altri. Ieri il secondo gol di Mertens ha fatto vedere una genialità pari a qualche genialità di Maradona“.

Mertens ha fatto capire di voler restare a Napoli, dopo il gol segnato alla Lazio. Ecco cosa pensa Tosto: “Bisogna capire la gestione patrimoniale della società, i conti devono essere sempre in regola. Il Napoli non va mai oltre quelli che sono i propri parametri. Tutto ciò cammina di pari passo con gli obiettivi della società. Il percorso di Mertens è straordinario, poi deve ragionare sull’età e su quanto può dare. A questo va aggiunto lo stipendio. Va accontentato il calciatore ma non si può sforare il budget della società“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.