Calcio Napoli

Pedullà: “Gattuso voleva solo il Napoli. ADL gli ha fatto una richiesta importante”

Gattuso voleva solo il Napoli. Ancelotti potrebbe tornare in premier. La richiesta di De Laurentiis al nuovo tecnico


Rino Gattuso succede a Carlo Ancelotti sulla panchina del Napoli. L’allievo prende il posto del maestro in una delle piazze più complesse d’Europa. Gattuso è stato scelto personalmente dal presidente De Laurentiis, oggi dirigerà il primo allenamento a Castel Volturno.
Alfredo Pedullà, ha raccontato alcuni retroscena legati all’esonero di Ancelotti e all’arrivo di Ringhio Gattuso:

“Se avessimo mille cappelli, ce li toglieremmo per celebrare la carriera di Carlo Ancelotti, fatta di mille trofei e che magari continuerà (all’Arsenal? Vedremo).

Ma togliendoci tutti e mille cappelli, restiamo poi nudi dinanzi a una decisione (l’esonero) dolorosa ma inevitabile. Era già tutto previsto, non era una questione di chimica o di tattica.

Ma di rapporti ormai inesistenti dentro. La squadra non sentiva più Ancelotti per mille motivi. E quando non lo senti, quando il feeling è sotto lo zero, devi cambiare.

Perché è legge scritta, non puoi mandare a casa sei o sette calciatori. Fateci caso, dopo l’eccellente 4-0 al modesto Genk hanno parlato tre o quattro calciatori, inni verso Ancelotti. Ma tre o quattro non bastano…”.

Pedullà ha poi aggiunto: “Tutto questo mentre qualche trombettiere si affrettava a smentire l’addio imminente, tanto per smontare il lavoro degli altri.

E qualche altro, dopo il 4-0, provava a rimescolare le carte pensando che nella notte De Laurentiis avrebbe cambiato parere per una vittoria. No, impossibile.

Per noi i passaggi essenziali sono stati due: quello apripista di sabato, giorno del contatto tra Mendes e De Laurentiis con la richiesta (accordata) di un impegno non da traghettatore.

In quei giorni per molti Ancelotti sarebbe rimasto almeno fino a fine stagione. E poi il racconto di ieri quando sottolineammo come il Genk sarebbe stato un passaggio ininfluente.

E che Gattuso aveva detto no a tutti per il Napoli, che ha messo sul tavolo un contratto da 18 mesi con possibile opzione fino al 2021 più varie e possibili clausole.

E De La a Ringhio chiederà il ripristino di un’appartenenza e di un gruppo che segua un’unica linea senza polemiche o spaccature. Intanto, ora c’è un comunicato. Presto ce ne sarà un altro”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.