Pedullà difende i tifosi del Napoli: “vogliono competere per il caviale non per la mortadella…”

Pedullà difende i tifosi del Napoli: "vogliono competere per il caviale non al mortadella..."

I tifosi del Napoli non riempiono più il San Paolo perchè vogliono competere per i grandi obbiettivi. Alfredo Pedullà parla del club partenopeo.

[better-ads type=”banner” banner=”108237″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”left” show-caption=”1″][/better-ads]

Napoli-Arsenal, partita valida per i quarti di finale di Europa League non è riuscita a riempire il San Paolo. Nella gara di andata, a Londra, la cornice di pubblico contava più di 60mila tifosi mentre l’impianto di Fuorigrotta è fermo a 38000 mila biglietti staccati. Sulla presunta disaffezione dei tifosi del Napoli verso la squdra del cuore è intervenuto ai microfoni di Radio Marte l’esperto di Calcio Mercato Alfredo Pedullà:

Perché il San Paolo non è più pieno come una volta? Il motivo è che ogni tanto vuoi competere per salmone e caviale e non solo per la mortadella. Con tutto il rispetto per il secondo posto. L’anno scorso era diverso, il campionato è stato tenuto vivo sino alla fine“.

Pedullà ha aggiunto: “Ci siamo rammaricati per alcune decisioni arbitrali, ma quest’anno tutto era finito a dicembre. Dico dicembre ma mi tengo largo: forse novembre.



Mi fanno morire i moralisti che dicono che i tifosi devono tifare sempre. La tasca ha il suo valore, non tutti vanno allo stadio, specie quando ti demoralizzi“.