ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Napoli-Parma le formazioni ufficiali: Gattuso sceglie Insigne

formazioni napoli parma
Ultimo aggiornamento:

Napoli-Parma ecco le formazioni ufficiali. Gattuso lancia il nuovo modulo 4-3-3, in attacco c’è Milik con Insigne. Squadra confermata per D’Aversa.

La prima di Gattuso allo stadio San Paolo di Napoli rischiava di saltare a causa del nubifragio di questa notte che si è abbattuto su Napoli, poi la decisione di far giocare il match alle 18.30 dopo il sopralluogo dei vigili del fuoco.

Formazione UFFICIALE napoli parma

Napoli-Parma: formazioni ufficiali

Napoli (4-3-3): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui, Fabian Ruiz, Allan, Zielinski, Callejon, Milik, Insigne. All. Gattuso

Parma (4-3-3): Sepe, Darmian, Iacoponi, B. Alves, Gagliolo, Hernani, Brugman, Barillà, Kulinevski, Cornelius, Gervinho. All. D’Aversa.

Nel Napoli c’è Lorenzo Insigne dal primo minuto. Al suo fianco agiranno Milik e Callejon. Il capitano si riprende il posto da titolare dopo essere rimasto in panchina per tutta la gara contro il Genk, match che ha regalato la qualificazione agli ottavi di finale agli azzurri. In quel caso Insigne non è sceso in campo, mentre oggi giocherà dal primo minuto e nel ruolo che ha sempre preferito: ovvero quello largo a sinistra. In questo modo Insigne ha fatto vedere le cose migliori, soprattutto quando in campo c’è anche Callejon. Insigne-Callejon dialogano molto bene insieme, soprattutto quando lo spagnolo scatta in profondità per il taglio che spesso viene assecondato dal taglio di Insigne. Inoltre in quella posizione Insigne può tentare spesso il rientro sul piede destro per il tiro a giro, oppure l’assist verso il compagno. Confermato Milik dopo l’ottima prestazione in Champions, in cui è arrivata anche la prima tripletta in maglia azzurra. A centrocampo Gattuso deve fare di necessità virtù e quindi schiera quasi tutti i centrocampisti a disposizione. Non c’è un regista pure, quindi Allan si sacrificherà in quel ruolo. A gennaio bisogna però intervenire sul mercato e si fa insistentemente il nome di Berge e Torreira, mentre Amrabat dovrebbe arrivare a giugno anche se verrà acquistato nel mercato di gennaio.

Archivi