Napoli, Leno per il dopo Reina, ma spuntano altri due nomi

Napoli, Leno per il dopo Reina. La società azzurra studia il sostituto di Pepe Reina: il gigante tedesco risponde al pro­filo ideale. Leno è abile con le mani ma anche con i piedi. E Sarri lo vuole così, ma per la porta azzurra spuntano altri due nomi.  Ecco cosa scrive il Corriere dello Sport:

Leno per il dopo Reina

In Germania, cominciano a parlarne piuttosto seriamente: Bernd Leno e il Napoli. Il portiere del Bayer Leverkusen in persona, primo della lista dei signori candidati a raccogliere l’eredità del milanista in pectore Reina, è stato personalmente protagonista in patria. «Per me è un onore essere accostato a un grande club come il Napoli».

Il sostituto di Pepe Reina

Pepe ormai è una questione milanese, come speci­ficato anche dalle dichiarazioni del ds rossonero Mirabelli,  il Napoli ovviamente cerca il sostituto di Pepe Reina, considerando la delicatezza del portiere negli schemi di Sarri, vero e proprio uomo in più della manovra. Abile con le mani e altrettanto con i piedi, insomma: è questo l’identikit ideale. Mentre il nome più forte, al momento, è quello di Leno: il ventiseienne gigante del Bayer che aspira al Mondiale e che, nel frattempo, tra una pausa e l’altra della Bundesliga si gode la vita con la splendida Sophie Christin, modella di Colonia con origini ceche laureata in marketing e con la passione per la California, nonché tra le wags più ammirate di Germania e del movimento social.

Per la porta azzurra spuntano altri due nomi

In realtà è in atto una sorta di battaglia anche per conquistare la porta del Napoli: oltre a Leno, occhi e radar puntati innanzitutto su Mattia Perin del Genoa, 25 anni; e poi su Alex Meret dell’Udinese (in prestito alla Spal), 21 anni il 22 marzo; molto più defilato il portiere del Liverpool e della Nazionale belga, Simon Mignolet, il più anziano della compagnia con i 30 compiuti martedì.