Calcio NapoliTutto Napoli

Napoli, Gattuso discorso alla squadra: “prendiamoci la coppa Italia”

Rino Gattuso carica il Napoli. L’allenatore ha tenuto un discorso alla squadra e ha fissato l’obbiettivo: la Coppa Italia


La Lega di serie A ha chiesto ufficialmente al governo di poter anticipare di un ulteriore giorno il ritorno all’attività agonistica del calcio, disputando Juve-Milan e Napoli-Inter, le semifinali di coppa Italia, il 12 e il 13 giugno, e non il 13 e il 14.
Obiettivo: avere un giorno di distanza in più per la finale in programma il 17 allo stadio Olimpico di Roma.
La notizia è stata confermata dal giornalista Carlo Alvino che sui suoi profili ufficiali social ha spiegato: “Da fonti governative apprendo che è stata accettata la richiesta di Dal Pino di anticipare di un giorno le due semifinali di Coppa Italia, che quindi si giocheranno il 12 e 13 giugno. Napoli in campo il giorno di Sant’Antonio”. Il giorno di Sant’Antonio è il 13 giugno. Il 12, invece, si giocherà Juventus-Milan“.

GATTUSO VUOLE LA COPPA ITALIA

La coppa Italia diventa il primo obbiettivo del Napoli in questa stagione.  Rino Gattuso ha accolto positivamente la notizia sulla ripresa del campionato e soprattutto le date della coppa Italia, a differenza di quanto accaduto in casa Inter.
Ringhio ha raccolto intorno a se i calciatori del Napoli presenti a Castel Volturno e li ha esortati a vincere la coppa Italia.

RINNOVO GATTUSO

Per De Laurentiis tra le situazioni da affrontare e risolvere c’è quella del contratto di Gattuso.  Il Napoli in teoria potrebbe ancora rescindere in maniera unilaterale: fino al 10 di giugno.
Non succederà, ovviamente, perché Ringhio si è già meritato sul campo la fiducia di De Laurentiis e di conseguenza la conferma sulla panchina azzurra.
Ma le parti dovranno lo stesso sedersi intorno a un tavolo, appena possibile. Non avrebbe senso per il Napoli affrontare la prossima stagione con l’allenatore calabrese vincolato al club solo fino alla primavera del 2021 e dunque sotto esame, in una sostanziale condizione di precariato. Converrà probabilmente anche al presidente prolungare il rapporto per un anno in più: fino al 2022, con l’adeguamento dell’ingaggio per il tecnico.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.