NAPOLI, dualismo Meret-Ospina. Ecco la richiesta di Gatusso

meret ospina

Meret-Ospina, Gattuso ha scelto il portiere titolare del Napoli. Le statistiche danno ragione all’allenatore dei partenopei

Il dualismo Meret-Ospina è una delle novità di Gattuso. Con Ancelotti l’alternanza dei portieri era il leitmotiv di ogni formazione. Con l’arrivo di Ringhio si ritorna al concetto di primo e socondo portiere, ma si sovvertono anche le gerarchie.
Tra Meret e Ospina , Gattuso preferisce il portiere colombiano a quello italiano per la maggiore capacità di giocare la palla coi piedi.

Gattuso, dopo Napoli-Perugia, in conferenza stampa si era espresso così riguardo il dualismo tra Meret e Ospina.

Ospina mi piace di più per come voglio giocare io perché voglio che il portiere giochi con i piedi. Se il portiere si muove in maniera corretta, ti regala superiorità numerica”.

“Meret è un patrimonio della società, ci stiamo lavorando ma sa che deve migliorare su questa cosa. Ora sto scegliendo così, Alex è un ragazzo giovane che para molto bene ma al momento è più indietro nel giocare con i piedi”.

David Ospina gioca meglio di Alex Meret coi piedi. I numeri riguardo la preferenza verso il colombiano per capacità di impostazione e disimpegno, seppur decisamente in equilibrio, ad oggi danno ragione a Gennaro Gattuso.

Il tecnico del Napoli, vuole un portiere che sappia giocare bene con i piedi e che sappia impostare e dialogare con la squadra. Gattuso ha schierato Meret contro Parma, Sassuolo e Inter.
Mentre nelle gare contro Lazio e Perugia ha scelto Ospina.

MERET-OSPINA: LE STATISTICHE

le statistiche Opta su Meret e Ospina tengono conto delle presenze. Quest’anno il portiere friulano non ha mai giocato in Coppa Italia e il colombiano in Champions è rimasto sempre in panchina – premiano (di poco) il ‘cafetero’.

In campionato Meret (13 presenze) ha effettuato 287 passaggi di cui 233 riusciti, per una media dell’81.18%.

Ospina, dal canto suo, nei 6 gettoni collezionati in A questa stagione ha già toccato la sfera coi piedi 140 volte completando 123 passaggi (87.86%).

Il problema al fianco sinistro sta costringendo l’italiano ai box, ma anche in caso di recupero sabato sera contro la Fiorentina è ipotizzabile la conferma del colombiano.

Archivi