napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Juve aiutata, emerge un dato incredibile su Mazzoleni

La Juve aiutata dagli arbitri. Emerge un dato incredibile su Mazzoleni: ha diretto 26 volte la Juventus, con 16 vittorie 5 pareggi e 5 sconfitte.

La Juve aiutata dagli arbitri è un dibattito che va avanti ormai da tempo. Il finale dello scorso campionato ha aumentato i sospetti dei tifosi non solo napoletani.

Lo strano uso del VAR in questo campionato, denunciato anche dal presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis rende il cielo sopra la Torino bianconera sempre più cupo.

Pistocchi, Zancone, Forgione, Trapani, denunciano quotidianamente situazioni ai limiti della legalità sportiva. Di contro la stampa nazionale sembra cieca e tesse le lodi della compagine di Allegri, superando anche i limiti della buona educazione come nel caso di Mughini o Cruciani.

Una situazione Borderline per la quale i tifosi non Juventini sono gli unici a farne le spese. Ci sono dati di fatto inequivocabili come ad esempio gli arbitraggi di Mazzoleni. In molti hanno parlato di arbitraggi di favore senza riuscire ad elencarli tutti.

La redazione di Napolipiu.com è riuscita a catalogare le gare della Juventus dirette da Mazzoleni in Serie A. L’arbitro di Bergamo ha diretto 26 volte la Juventus. I bianconeri hanno vinto 16 volte e perso soltanto in 5 occasioni; 5 i pareggi.

LA JUVE AIUTATA DAGLI ARBITRI: IL CASO MAZZOLENI

  1. Juventus – Cagliari 4 – 0. Giornata XV, 11 dicembre 2005.

I sardi subiscono 3 cartellini gialli per 14 falli fischiati contro. I 21 falli fatti dai bianconeri non ricevono sanzioni disciplinari.

Al 4’, sul punteggio di 0 a 0, non è espulso Mutu che scalcia ripetutamente Agostini, il bianconero non è neanche ammonito.

  1. Juventus – Chievo V. 3 – 3. XXX giornata, 5 aprile 2009.

Negato un calcio di rigore ai veronesi per fallo di mani di Zebina. Non espulsi Zebina (manata assestata a Pellissier) e Tiago (fallaccio su Eriberto).

  1. Juventus – Genoa 3 – 2. XXIV giornata, 14 febbraio 2010.

La Juventus vince con un rigore inventato al 78’ per un tuffo di Del Piero. Il rigore è farlocco perché un presunto contatto con Papastathopoulos avviene un metro fuori area di rigore, ma pare essere una caduta dello stesso Del Piero. Manca anche l’espulsione di Candreva per la gomitata rifilata a Acquafresca.

  1. Juventus – Sampdoria 3 – 3. II giornata, 12 settembre 2010.

Le reti juventine di Pepe (al 50’) e Quagliarella al 67’ sono segnate in posizione di fuorigioco.

  1. LECCE – JUVENTUS 2 – 0. XXVI giornata, 20 febbraio 2011.
  2. LAZIO – JUVENTUS 0 – 1. XXXV giornata, 2 maggio 2011.

Sul punteggio di 0 a 0, al 66’, è negato un calcio di rigore ai romani per fallo di Chiellini (pestone) ai danni di Floccari.

  1. CATANIA – JUVENTUS 1 – 1. V giornata, 25 settembre 2011.

Al 36’, sul punteggio di 1 a 0 in favore degli etnei non è espulso Marchisio per un fallaccio su Catellani. Sarebbe bastato anche il cartellino giallo per il già ammonito giocatore bianconero, ma Mazzoleni non lo estrae.

  1. PARMA – JUVENTUS 0 – 0. XXI giornata, 15 febbraio 2012.
  2. SIENA – JUVENTUS 1 – 2. VII giornata, 7 ottobre 2012.

Mazzoleni è fresco reduce dalle fatiche di Pechino in Supercoppa. In compagnia ancora di Stefani ne combina ancora di tutti i colori. Un buon Siena subisce 7 ammonizioni; sull’altro versante passa di tutto. Mazzoleni espelle anche l’allenatore Cosmi per le giustificate proteste su indicazione di Stefani. Graziato a più riprese Lichtsteiner, ma è incredibile la mancata espulsione di Chiellini al 24’. Il giocatore bianconero rifila un calcione a Felipe e non riceve nemmeno il secondo cartellino giallo.

  1. JUVENTUS – FIORENTINA 2 – 0. XXIV giornata, 9 febbraio 2013.

Al 15’ manca un rigore alla Fiorentina per la spinta di Barzagli ai danni di Toni.

  1. TORINO – JUVENTUS 0 – 1. VI giornata, 29 settembre 2013.

Al 54’ è negato un rigore al Torino per fallo di Pogba su Immobile. Subito dopo arriva il gol irregolare di Pogba convalidato con Tevez in posizione di fuorigioco di almeno un metro.

  1. BOLOGNA – JUVENTUS 0 – 2. XV giornata, 6 dicembre 2013.

Al 35’ è negato un calcio di rigore al Bologna per mani di Vucinic.

Non espulso Peluso al 67’ per un fallaccio su Diamanti; il bianconero era già ammonito ed in più occasioni aveva già scansato il secondo cartellino giallo. Conte sostituisce Peluso immediatamente (entra Asamoah), con Diamanti ancora a terra dolorante. Si era sul punteggio di 1 a 0 ed il Bologna avrebbe dovuto giocare in superiorità numerica circa mezzora di partita.

  1. GENOA – JUVENTUS 0 – 1. XXVIII giornata, 16 marzo 2014.

Al 38’ è negato un calcio di rigore al Genoa per fallo di Lichtsteiner su Bertolacci in chiara occasione da rete. Sul ribaltamento di fronte, circa un minuto dopo, 39’, è annullato un gol regolare di Osvaldo per una posizione di fuorigioco che non c’è; è una questione di centimetri ma Osvaldo è in posizione regolare. Al 60’ è ammonito Pogba per fallo su Matuzalem ma Mazzoleni non lo espelle quando questi lo applaude. Al 71’ è concesso un rigore al Genoa per mani di Vidal ma Mazzoleni si dimentica di ammonire per la seconda volta il giocatore bianconero. Il tiro dal dischetto è da ripetere per la presenza in area di diversi giocatori bianconeri, Chiellini e Bonucci soprattutto; sarà proprio Bonucci a riprendere la palla dopo la respinta di Buffon.

  1. GENOA – JUVENTUS 1 – 0. IX giornata, 29 ottobre 2014.
  2. CAGLIARI – JUVENTUS 1 – 3. XVI giornata, 18 dicembre 2014.
  3. JUVENTUS – UDINESE 0 – 1. I giornata, 23 agosto 2015.

Manca l’espulsione di Padoin.

  1. JUVENTUS – MILAN 1 – 0. XIII giornata, 21 novembre 2015.

Al 47’ c’è un fallo di Bonucci su Bonaventura in area juventina. E’ rigore ed espulsione di Bonucci, ma Mazzoleni fischia un fallo in attacco di Niang su Sturaro.

  1. SAMPDORIA – JUVENTUS 1 – 2. XIX giornata, 10 gennaio 2016.

Al 58’ è negato un calcio di rigore alla Sampdoria per una trattenuta vistosa di Rugani ai danni di Ivan. Manca anche l’espulsione del già ammonito Bonucci per un calcione a Fernando.

  1. JUVENTUS – LAZIO 3 – 0. XXXIV giornata, 20 aprile 2016.

La Juventus passa in vantaggio al 39’ con un gol di Mandzukic viziato da un fallo di Pogba su Lulic. Pogba trattiene con il braccio Lulic per conquistare il pallone e crossare in area per la zampata di Mandzukic. E’ fin troppo generoso il calcio di rigore assegnato alla Juventus per presunto fallo di Lulic su Bonucci al 51’. Bonucci e Lulic si trattengono a vicenda e lo juventino vola dopo aver lasciato la presa sull’avversario.

  1. EMPOLI – JUVENTUS 0 – 3. VII giornata, 2 ottobre 2016.
  2. GENOA – JUVENTUS 3 – 1. XIV giornata, 27 novembre 2016.

Sul punteggio di 3 a 0 è negato un rigore alla Juventus per fallo di Ocampos su Mandzukic. Sempre sul 3 a 0, al 77’, non è espulso Cuadrado, solo ammonito, per il bruttissimo fallo su Laxalt.

Juve aiutata, emerge un dato incredibile su Mazzoleni

  1. JUVENTUS – CROTONE 3 – 0. XXXVII giornata, 21 maggio 2017.
  2. JUVENTUS – LAZIO 1 – 2. VIII giornata, 14 ottobre 2017.

La Lazio vince una gara incredibile.

La Juventus passa in vantaggio al 23’ con Douglas Costa che appare in evidente posizione di fuorigioco. Mazzoleni attende il beneplacito di Fabbri al VAR e conferma la rete. I dubbi sulla regolarità del gol aumentano perché non ci saranno più replay dell’azione e soltanto a fine primo tempo giungeranno le immagini di una linea che vede Costa in posizione regolare. In Mediaset ci sarà pure l’arrabbiatura di Tacchinardi sulla mancanza dei replay.

Al 95’ Mazzoleni assegna col solito aiuto del VAR un dubbio calcio di rigore alla Juventus. L’intervento di Patric su Bernardeschi è duro ma il laziale prende nettamente il pallone; Dybala sbaglia il tiro dal dischetto.

  1. VERONA – JUVENTUS 1 – 3. XIX giornata, 30 dicembre 2017.
  2. JUVENTUS – MILAN 3 – 1. XXX giornata, 31 marzo 2018.

La gara è condizionata dal calcio di rigore negato al Milan per fallo di mani di Matuidi che impedisce a André Silva di colpire bene di testa ad un metro da Buffon. Mazzoleni evita di recarsi al VAR ma più tardi sulle isteriche proteste di Higuain si recherà al VAR per un presunto mani di Bonucci.

Nel finale di partita, su rinvio di Donnarumma, Chiellini da tergo colpisce con un  pugno al volto Kalinic per impedirgli di prendere il pallone, ma Mazzoleni e Massa al VAR non se ne accorgono.

  1. MILAN – JUVENTUS 0 – 2. XII giornata, 11 novembre 2018.

Succede di tutto a Milano con Mazzoleni Fabbri al VAR. La gara è condizionata dall’incredibile mancata espulsione di Benatia e da altri due calci di rigore non assegnati al Milan. Sul calcio di rigore assegnato al Milan, Benatia evita una chiara occasione da rete e meritava l’espulsione; sarebbe bastata anche la semplice ammonizione per il già ammonito giocatore bianconero. Mazzoleni inspiegabilmente non adotta nessun provvedimento disciplinare. Al 62’ Mazzoleni e Fabbri non si accorgono che in area bianconera Chiellini in scivolata stende Cutrone. All’80’ Chiellini è graziato ancora quando trattiene Romagnoli con entrambe le braccia, lo tiene e lo fa girare, impedendogli di giocare il pallone, ma nemmeno stavolta giunge il penalty per il Milan.

“E’ consentita la riproduzione del testo previa citazione della fonte: www.napolipiu.com

CONSIGLIATI PER TE

Napolipiu.com rispetta la tua privacy. Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traffico. Facendo clic di seguito si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Accetto Leggi di più