Calcio Napoli

Il Legia sta vivendo una tragedia nazionale. Gianluca di Marzio: “Il Napoli dovrà sfruttare la loro paura”

L'esperto di calciomercato di sky sport, parla della gara di Europa League che attende la squadra di Spalletti

Gianluca Di Marzio,parla di Napoli-Legia Varsavia. L’esperto di calciomercato di sky: “Gli azzurri dovranno sfruttare la paura dei polacchi”

GIANLUCA DI MARZIO SU NAPOLI-LEGIA VARSAVIA

Gianluca Di Marzio, giornalista ed esperto di mercato ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte:

Legia Varsavia terz’ultimo è una tragedia nazionale. Hanno vinto 6 titoli negli ultimi 8 anni, le altre volte secondi per un punto e le altre tifoserie festeggiavano per strada. Ovviamente per loro è più importante il campionato. Anche le alternative del Napoli sono più forti della Legia, il Napoli dovrà sfruttare la loro paura. Al ritorno invece sarà diverso, i tifosi della Legia sono tra i più riconosciuti per coreografie e tifo. Aspettano i tifosi del Napoli, mi hanno detto che le cose sono cambiate. Da parte del club c’è volontà di ospitare i napoletani come hanno fatto con me.
Turnover di Spalletti? Sono d’accordo. Innanzitutto perché trovano una squadra che ha fatto risultati a sorpresa ma comunque in difficoltà e che non presenta chissà quali talenti. Si tratta dell’avversario giusto per far giocare gli altri e pensare poi alla Roma“.

Gianluca Di Marzio ha poi aggiunto: “La casa della Legia Varsavia è moderna, attenta ai particolari, con strutture interne moderne, molto ispirata a quella del Tottenham. Il primo pensiero, da italiano, quando vedi queste strutture è pensare perché lì sì e in Italia pochissime. Penso anche a società in battaglia con sindaci e comuni pur avendo la voglia di investire privatamente. Speriamo che anche a Napoli si possa creare qualcosa di simile. Fondamentale avere uno stadio ma anche una struttura interna sportiva importante”

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.