Ufficiale, De Laurentiis pagherà gli arretrati al comune per il San Paolo. Il Club vuole anche migliorare l’impianto.

De Laurentiis pagherà gli arretrati al comune per il San Paolo

Aurelio De Laurentiis pagherà gli arretrati al comune di Napoli per Il San Paolo. Il calcio Napoli apporterà delle migliorie all’impianto.




Attilio Auricchio, General Manager del Comune di Napoli è intervenuto ai microfoni di Radio Marte:

La convenzione col calcio Napoli? Ormai siamo ai titoli di coda, oggi abbiamo limato le ultime cose, ma sugli aspetti più importanti eravamo d’accordo. De Laurentiis ha dato disponibilità a pagare gli arretrati e in settimana si può chiudere. Ci sono anche dei soldi che il Comune deve dare al calcio Napoli, per cui dobbiamo regolarizzare tutti i conti.

La convenzione durerà 5 anni più 5 anni con l’obiettivo di dare una linea di continuità affinché la principale squadra di calcio della nostra città possa godere dell’impianto in funzione prospettica. Abbiamo concordato proprio oggi un monitoraggio che sarà di 60 o 90 giorni per valutare eventuali aggiustamenti alla convenzione”.

Il Napoli potrà mettere mano all’impianto, avanzando un’istanza all’amministrazione comunale che sarà valutata. Ad esempio, De Laurentiis voleva allestire un’area accanto a quella della tribuna d’onore che potesse ospitare le famiglie dei calciatori, ha fatto un progetto che l’amministrazione ha approvato e oggi abbiamo questa sala all’interno del San Paolo.

Oggi non siamo scesi nei dettagli delle migliorie che De Laurentiis apporterà all’impianto, abbiamo parlato prima della convenzione che dà grandi prospettive, ma che deve essere efficace“.



Auricchio aggiunge: “Sono rimasto basito dal comunicato diramato dalla società del Liverpool. Il Napoli sarà pericolosissimo in campo, ma la città sarà come sempre accogliente e lo abbiamo dimostrato negli anni. Poi è chiaro che esistono teste calde, ma abbiamo un’organizzazione adeguata delle forze dell’ordine che vigilerà in maniera perfetta. Abbiamo ospitato tifoserie a tutto tondo e ci siamo distinti sempre per la nostra grande capacità di accoglienza“.

Altre storie
Napoli, Zielinski numeri da record. Il polacco stupisce per un dato