Dossier Arbitri contro il Napoli: ecco tutti i torti subiti dagli azzurri. Uno è clamoroso

arbitri contro il Napoli

Arbitri contro il Napoli. Ecco un dossier nel quale sono elencati tutti i torti arbitrali subiti dalla squadra azzurra inquesto campionato

Le decisioni degli arbitri contro il Napoli

Ormai solo un immediato commissariamento dellAIA potrebbe salvare quel poco che resta del calcio. Non se ne può proprio più! Non è un caso che è stata presentata un’interrogazione parlamentare dai politici Gaetano Quagliariello e Paolo Russo.

Gli errori degli arbitri contro il Napoli e gli scempi di  Torino sono di una gravità assoluta. E la smettano di raccontare amenità sul protocollo VAR. La gente non è stupida come qualcuno crede.

A Lecce Valeri è andato al monitor per fischiare un rigore in favore della Juventus. A Napoli Giacomelli ha negato anche un rigore a Callejon (il fallo è avvenuto in area) e non ha espulso Pasalic. Giacomelli non è nemmeno andato al monitor. E Banti che faceva?

Ma a protestare non sono stati solo gli sportivi napoletani, ma anche l’Italia non bianconera perché anche l’altrettanto scempio arbitrale di Giua e Calvarese ha fatto il giro del mondo. E sotto quest’aspetto si sono fatti sentire i supporters nerazzurri.

Giua non ha espulso Rugani e Bentancur, ha espulso gratuitamente Cassata e ha concesso un dubbio rigore a Ronaldo, negandone uno più serio ai liguri un minuto dopo per la manata di Cuadrado a Gumus. Ma come si fa a designare Calvarese al VAR di Juventus – Genoa, una settimana dopo, infiammata dalle polemiche, i 2 rigori negati all’Inter contro il Parma da Chiffi che al VAR era supportato proprio da Calvarese?

Ma come si fa a designare ancora Giua e Calvarese dopo lo scempio arbitrale di Juventus – Genoa? Inquietante la presenza di Banti al VAR di Lecce – Sassuolo all’ XI giornata.

Ecco tutti gli errori e le sviste degli arbitri contro il Napoli.

In appena dieci giornate di campionato una squadra da scudetto è distante di ben otto punti dal vertice e per demeriti non suoi. Tanto da mandare su tutte le furie il presidente partenopeo. Come dargli torto? Per la cronaca nessun provvedimento disciplinare, diversamente da quanto accaduto per Massa e Valeri, è stato adottato nei confronti degli arbitri per la sequela indescrivibile di errori commessi in danno della squadra partenopea.

Fiorentina – Napoli 3 – 4, Massa (Valeri). I giornata.

Incredibile il rigore fischiato contro il Napoli per il mani involontario di Zielinski. Il giocatore azzurro è avanti a Castrovilli che da tergo colpisce il pallone che dapprima finisce sul fianco di Zielinski e poi sul braccio. Più tardi il Napoli usufruisce di un rigore per un dubbio fallo di Castrovilli su Mertens e succede la fine del mondo. I media all’unisono fanno a gara per chi la spara più grossa sul Napoli per il rigore assegnato agli azzurri. Il presidente dell’AIA corre alla D.S. per attaccare Massa e Valeri. Il designatore Rizzoli non si tira indietro e punisce duramente i “rei”.

Juventus – Napoli 4 – 3, Orsato (Irrati). II Giornata.

Con i numeri alla mano domina complessivamente il Napoli (15 tiri Napoli 55,7% possesso del pallone – 7 in porta. 12 tiri Juventus 43,3% – 7 in porta. 5 corner Napoli e 2 corner Juventus), ma in uno sport determinato soprattutto da episodi risulteranno letali agli azzurri gli errori arbitrali.

12’ non è ammonito Pjanic che dribblato da Insigne lo stende da tergo. Poco più tardi Pjanic scansa ancora l’ammonizione (doveva essere espulso) quando in azione pericolosa di attacco azzurro abbatte Fabian Ruiz non in possesso del pallone; Orsato è a pochi passi ma non interviene. I primi cartellini sono sventolati ai giocatori napoletani. Al 40’ è ammonito Ghoulam per fallo su Douglas Costa; al 44’ è ammonito Di Lorenzo per fallo su Alex Sandro.

16’ la Juventus passa in vantaggio con Danilo e raddoppia al 19’ con Huiguain.

52’ è ammonito Matuidi per le furiose e ingiustificate proteste. Una decina di minuti più tardi ne combina un’altra delle sue Orsato quando non espelle lo stesso Matuidi per l’entrataccia col piede a martello su Allan. Irrati al VAR inspiegabilmente non interviene ed Orsato non estrae neanche l’elementare cartellino giallo per espellere lo juventino.

62’ segna anche Ronaldo. Al 66’ segna Manolas. Al 68’ segna Lozano. All’81’ fa 3 a 3 Di Lorenzo.

Al 91’ Orsato compie un’altra serie di errori che chiudono la pratica Napoli. Dapprima s’inventa un fallo di Elmas, prende nettamente il pallone, su Dybala e poi ammonisce gratuitamente l’azzurro, assegnando una punizione inesistente ai locali. Ma non è finita. Alla ripresa del gioco non si accorge che Dybala batte la punizione posizionando il pallone circa 10 metri più avanti da dove è avvenuto il presunto fallo. E nemmeno è finita. Orsato e Irrati devono fare gli straordinari per convalidare il gol partita della Juventus.  Sul calcio di punizione ci sono ben 4 giocatori juventini in fuorigioco e le immagini mostrano Bonucci trattenere visibilmente Koulibaly che evidentemente disturbato compie autorete.

Napoli – Cagliari 0 – 1, Di Bello (La Penna). V Giornata.

Tutti i falli tattici e non dei sardi restano impuniti. Solo Rog, al 30’, è lunico cagliaritano ammonito. I sardi segnano all’87’, ma l’azione si sviluppa dopo un evidente calcio di rigore negato al Napoli. In area cagliaritana Klavan trattiene vistosamente Llorente, stracciandogli persino la maglia, ma Di Bello e La Penna al VAR non se ne accorgono. Nella circostanza Di Bello fa anche il “fenomeno” ed espelle Koulibaly che giustamente protestava.


Napoli – Brescia 2 – 1, Manganiello (Chiffi). Vi Giornata.

Al 46’ è negato un grosso rigore al Napoli per fallo di Chancellor su llorente.

Al 67’ segna Balotelli ma la rete nasce da un calcio d’angolo inesistente che il segnalinea Gori assegna alle rondinelle.

TORINO – NAPOLI 0 – 0, DOVERI (BANTI).

In campo c’è Doveri e Rizzoli non ci fa mancare Banti al VAR. Allucinante il calcio di rigore non assegnato al Napoli all’81’ quando Izzo ferma Ghoulam prendendolo per il collo. Doveri è a pochi passi ma non interviene; Banti al VAR non vede.

Come i precedenti episodi anche quest’ultimo è censurato da tutte le televisioni pubbliche e private, comprese le Tivvù partenopee. Fra i pochi a citarlo c’è l’eroico Maurizio Pistocchi: “Vorrei sapere dagli amici dell’@AIA_it se la cintura al collo di Izzo ai danni di Ghoulam-minuto 81’ di Torino-Napoli, ignorata dall’arbitro Doveri e dal Var Banti, viene considerato un errore grave oppure no”.

Napoli – Verona 2 – 0, Piccinini (Mariani). Viii Giornata.

Al 27’ è negato un rigore al Napoli per fallo (trattenuta) di Faraoni ai danni di Milik.

Si tratta del quarto rigore negato al Napoli nelle ultime quattro partite di campionato.
Spal – Napoli 1 – 1, La Penna (Nasca). IX giornata.

Al 38’ è negato al Napoli il quinto calcio di rigore consecutivo. La Penna (era al VAR di Napoli – Cagliari), dapprima assegna il rigore per mano di Vicari e poi senza andare al VAR lo annulla su indicazione di Nasca.

Napoli – Atalanta 2 – 2, Giacomelli (Banti).

Scandaloso arbitraggio. Non solo il rigore su Llorente. Il duo Giacomelli – Banti ha fatto di tutto e di più sul piano tecnico e disciplinare (altri due rigori negati e mancano le espulsioni di Pasalic e De Roon). Non a caso l’arbitraggio di Napoli, insieme a quello di Torino, può benissimo essere ascritto fra i più scandalosi arbitraggi della storia del calcio di ogni tempo e luogo. O forse qualcuno pensa che il presidente De Laurentis sia impazzito improvvisamente?

Riproduzione consentita con citazione della fonte: www.napolipiu.com

false
Leggi Anche
Rigori negati al Napoli
I rigori negati al Napoli sono più di 5. Ecco i dati reali