Calciomercato NapoliTutto Napoli

CORRIERE. Ecco il tesoretto del Napoli. Doppia missione per Giuntoli

Il tesoretto del Napoli.Da Hysaj a Diawara, n partenza anche Mario Rui, Ounas e Rog. Verdi in bilico.Giuntoli deve snellire l’organico e il monte-ingaggi.


De Laurentiis, Ancelotti e Giuntoli sono impegnati sul mercato, James Rodriguez, Lozano e Manolas sono i nomi caldi dell’estate azzurra. Grandi giocatori ma anche grandi investimenti. Il tesoretto del Napoli potrebbe facilitare le trattative.

Molti soldi potrebbero arrivare da alcune cessioni, nessun big è sul mercato, ma quei giocatori che portano legna e anche soldi. A Giuntoli, il presidente ha affidato una doppia missione: Snellire l’organico e il monte ingaggi.

IL TESORETTO DEL NAPOLI

Secondo quanto scrive l’edizione odierna del corriere dello sport, il tesoretto del Napoli, o almeno una buona parte potrebbe arrivare dalle cessioni di alcuni elementi.

Il primo sulla lista è Diawara. Il guineano potrebbe salutare definitivamente, dopo tre anni in chiaroscuro. Diawara, ormai si muove come un veterano (ventidue anni da compiere e centoventiquattro presenze da professionista): potrebbe entrare nell’affare Manolas o anche no, per esempio andare al Milan o anche altrove, per esempio in Premier, dove ha un suo appeal e il Watford che potrebbe concedergli un futuro.

Mario Rui ha saputo, invece, che piace a Giampaolo, neo tecnico del Milan, che lo ha allenato per un anno all’Empoli. Ma il mercato ha possibilità imprevedibili e ora anche il Torino torna ad essere una possibilità concreta, da valutare con attenzione.

Verdi, interessa alla Sampdoria e al Torino e sul quale ha provato un pallido sondaggio anche l’Atalanta.

Rog potrebbe andare in prestito, oneroso, mentre Ounas potrebbe giocarsi le proprie ambizioni in città meno asfissianti e con una concorrenza più abbordabile. Il tesoretto del Napoli è questo, ma c’è anche altro: Per Hysaj l’insediamento di Sarri alla Juventus gli apre una possibilità ma c’è stato anche un giro di perlustrazione del Manchester United che si è informato.



UN TESORETTO, CHE TORNERÀ UTILE

Nel Napoli che sta nascendo, ci mette la faccia, Ancelotti. E De Laurentiis la tasca. A ciascuno poi le proprie responsabilità: per ora è l’allenatore a chiedere, se accontentato toccherà al presidente. Un compromesso fondato su un budget a disposizione di 100 milioni, su cui influirà la variabile delle cessioni. E qui Ancelotti, Koulibaly a parte, non mette troppi veti

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.