San Paolo, De Laurentiis non firma la convenzione. A rischio la gara con il Milan?

San Paolo, De Laurentiis non firma la convenzione. A rischio la gara con il Milan?

De Laurentiis non firma la convenzione sullo stadio. Rifiuti sulla pista d’atletica, sediolini e burocrazia. Problemi anche per la campagna abbonamenti.

San Paolo, De Laurentiis non firma la convenzione

NAPOLI. Scrive Donato Martucci sul CDM:  La tregua sul San Paolo tra Napoli e Comune è durata poche ore. De Laurentiis di ritorno dalla conferenza stampa a Bari, dove ha annunciato il suo progetto di gestione, si è recato negli uffici del comune al San Paolo. C’era da firmare la transazione da 750.000 euro, tra debiti e crediti sulla gestione 2015- 2016, come stabilito l’altro ieri nell’incontro tra le parti all’Hotel Vesuvio. Il produttore cinematografico ne ha approfittato per valutare i lavori che stanno interessando l’impianto di Fuorigrotta in vista dell’Universiade.

De Laurentiis non è stato per niente soddisfatto, rifiutandosi di firmare l’accordo sancito con il Comune.

San Paolo, De Laurentiis non firma la convenzione. A rischio la gara con il Milan?
Lavori in corso La pista di atletica dello stadio San Paolo

 A rischio la gara con il Milan

Il Napoli è preoccupato, in particolare per la pista d’atletica che presenta ancora diverse lacune. Sono evidenti i cumuli di macerie della pista color rosso che è stata rimossa in quasi tutti i settori. Il quadro non è certo rassicurante e il Napoli teme che per il 24 (la prima gara al San Paolo contro il Milan, ndr) ci siano ancora grossi problemi. Il cantiere della pista d’atletica è stato inaugurato lo scorso 26 luglio e da allora si sta cercando di fare in fretta per non creare problemi proprio al calcio Napoli per le gare casalinghe. Tra il dire e il fare, però, c’è di mezzo la volontà del Napoli di non farsi trovare impreparato alla prima gara di campionato e non incorrere in brutte figure.

Problemi per la campagna abbonamenti

Altro tema scottante è la sostituzione dei sediolini. Il cantiere, salvo intoppi, dovrà essere avviato a settembre. Ci sarà la chiusura di alcuni settori dello stadio e proprio per questo la società partenopea avrà anche difficoltà a far partire la campagna abbonamenti. Il campionato è alle porte e il Napoli non è più disposto ad aspettare.

Altre storie
Fedele: "Senza Benitez non arrivavano top player. La bugia di Ancelotti"
Fedele: “Vargas meglio di Lozano, ecco perché. Koulibaly non sa marcare”