TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Napoli, folla sul lungomare. Scontro De Luca – De Magistris

Napoli, folla sul lungomare. Migliaia di persone si sono riversate in via Partenope e via Caracciolo. De Luca attacca De Magistris.

Folla sul lungomare di Napoli. La Campania è stata dichiarata zona gialla dal nuovo DPCM del premier Conte. Ai cittadini campani è stata è concessa una maggior libertà, pur sempre nel rispetto delle regole e nel distanziamento per contenere l’avanzata del Coronoavirus.
Nonostante tutte le disposizioni emanate dalla Regione, oggi il lungomare di Napoli è stato letteralmente invaso dai cittadini, che hanno deciso di sfruttare la calda giornata di sole. Qualcuno ha deciso di prendere il sole sugli scogli, qualcun altro ha fatto il bagno in mare. Migliaia di persone si sono riversate in via Partenope e via Caracciolo, con i ristoranti del lungomare super affollati e le strade stracolme di cittadini.

Sul lungomare di Napoli si è registrato, traffico intenso, e in alcuni momenti anche paralizzato. I napoletani non hanno per nulla voglia di restare a casa e passeggiano con le mascherine.
Le immagini che arrivano dal lungomare di Napoli, hanno fattoo storcere il naso al governatore Vincenzo De Luca che non vuole vedere assembramenti.
Il governatore della Campania proprio a causa degli assembramenti incontrollati aveva bacchettato il sindaco De Magistris. Il primo cittadino ha deciso di non chiudere il lungomare nonostante l’invito dello stesso Governatore, soprattutto per i fine settimana.

L’alto numero di presenze, nonostante i tanti appelli ad evitare (anche all’aperto) assembramenti in questa difficile fase per il Covid a Napoli, non è piaciuto al Governatore, che potrebbe intervenire nelle prossime ore.

lungomare di Napoli

NAPOLI SU GOOGLE NEWS

Su Google news tutte le notizie su Napoli, la squadra, la città e la sua storia. Segui ora

Archivi

Bernvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.