Napoli e la notte di Anfield: la pace con la società per ripartire

Il Napoli esce  dalla notte di Anfield con qualche certezza in più. Una rondine non farà mai primavera, ma qualche indicazioni è arrivata.

Le parole serene e calme di Carlo Ancelotti pre e post partita sono state un balsamo per le ferite del Napoli, mentre la presenza del presidente Aurelio De Laurentiis ha fatto sentire la voce della SSC Napoli che mancava da troppo tempo.

Liverpool-Napoli

Il Liverpool di Klopp in questa stagione non ha mai perso punti in casa. Basterebbe questo dato per far capire la portata dell’impresa degli azzurri. Il Napoli esce dalla notte di Anfield con una compattezza di squadra che forse aveva pensato di aver perso. Quella dei ragazzi di Carlo Ancelotti, passato al 3-5-2, è stata una prova di carattere ma soprattutto di orgoglio. Lo aveva detto il tecnico: “remiamo tutti dalla stessa parte” e lo hanno dimostrato sul campo. Certo il gioco non è stato spettacolare ed il Liverpool ha dominato il territorio, ma chi è che ad Anfield non soffre? Praticamente nessuno. Le note di “you’ll never walk alone” riescono a scaldare qualsiasi cuore, ad infondere rispetto negli avversari, se poi ci si mette la grinta inglese e la voglia di vincere una partita decisiva, si capisce la portata dell’impresa di Koulibaly e compagni.

Ora si riparte

Dalla notte di Anfield il Napoli deve uscire con maggiori certezze. Ma soprattutto con la voglia di abbandonare il passato. La questione multe verrà trattata domani, in un incontro tra Aurelio De Laurentiis e la squadra. Allan e Insigne sono i più delusi e colpiti da questa vicenda, ma mentre il capitano è rimasto a casa per un problema al gomito, il brasiliano in campo ha dato l’anima. Merito anche di un modulo che lo ha rimesso in una zona del campo che gli è più congeniale. Ora sta alla società ed ai calciatori trovare il modo per mettere a tacere tutte le polemiche, per farlo basta trovare un compromesso, perché in famiglia quando si sbaglia di solito la colpa non è mai di una sola persona. Lasciare a casa i pregiudizi e le questioni di principio agendo col principio del buon padre di famiglia, non sono frasi fatte, ma forse la ricetta per riuscire a rialzare la testa e dare seguito alla prova straordinaria siglata a Liverpool.