Calcio Napoli

Morto Giampiero Galeazzi. Lo storico telecronista aveva intervistato Maradona il giorno del primo scudetto. sport in lutto

Ci lascia Bisteccone Galeazzi, il mondo dello sport in lutto

Morto Giampiero Galeazzi, il giornalista sportivo della Rai ed ex canottiere aveva 75 anni, era malato da tempo di diabete.

GALEAZZI MORTO

Morto Giampiero Galeazzi: il giornalista sportivo della Rai ed ex canottiere aveva 75 anni, era malato da tempo di diabete. Noto al grande pubblico soprattutto per le sue telecronache del canottaggio. Era nato a Roma il 18 maggio 1946.

Per il suo fisico era stato soprannominato Bisteccone. Fu professionista nel canottaggio dove vinse il titolo italiano nel 1967 e partecipò alle selezioni per le Olimpiadi del Messico dell’anno successivo. Prima di intraprendere la carriera da giornalista provò a dare un seguito alla sua laurea in Economia lavorando per un breve periodo alla Fiat di Torino.

Il noto cronista sportivo, per anni conduttore della Rai ed ex canottiere, aveva 75 anni ed era malato da tempo di diabete. A dare notizia della sua scomparsa – che lascia un vuoto enorme nella televisione e in tutti gli appassionati di sport – è la redazione di Open, il giornale diretto da Enrico Mentana. L’ultima apparizione di Galeazzi televisiva risale a tre anni fa a Domenica In. Nato a Roma il 18 maggio 1946, Galeazzi in gioventù, dopo la laurea in economia era diventato professionista di canottaggio, vincendo il campionato italiano del singolo nel 1967.

Dalla radio alla tv e le telecronache “inimitabili”

Galeazzi morto oggi a Roma, in Rai cominciò alla radio e subito fu inviato alle Olimpiadi di Monaco di Baviera del 1972. Il passaggio successivo alla tv gli regalò, oltre alle telecronache del canottaggio, anche quelle del tennis. Protagonista da inviato sui campi di calcio negli anni 80 per la Domenica Sportiva dove restano storiche le sue tante interviste ai protagonisti prima durante e dopo le partite. Condusse per diversi anni anche 90° Minuto e come inviato ben 6 edizioni delle Olimpiadi.

Nella sua carriera anche la partecipazione al Festival di Sanremo del 1996 su richiesta di Pippo Baudo e il ruolo di doppiatore nel film Space Jam. Galeazzi resterà però nella storia soprattutto per le sue telecronache che hanno raccontato le vittorie olimpiche del canottaggio italiano. Da quelle dei fratelli Abbagnale a Seul 1988 a quelle di Antonio Rossi e Beniamino Bonomi del 2000 a Sydney

Galeazzi e l’intervista a Maradona per il primo scudetto

A Giampiero Galeazzi, morto oggi all’età di 75 anni, è legata l’intervista “storica” a Maradona e il gavettone dei calciatori del Napoli.

Nel maggio 1987 il Napoli vince il primo scudetto con Maradona in campo e al fischio finale Galeazzi è protagonista della festa azzurra. Memorabile il suo scambio con Diego prima e Ferlaino dopo.

«Presidente, ma lei è il più scalmanato» con tanto di risposta fradicia: «Sono 18 anni che aspettiamo, se permette…».

Un anno più tardi, alle Olimpiadi di Seul, Carmine e Giuseppe Abbagnale, e il timoniere Peppino Di Capua furono letteralmente trascinati all’oro dalla telecronaca indimenticabile dello stesso “Bisteccone”, nome con cui Galeazzi era conosciuto dai fan più appassionati.

A familiari e parenti del compianto giornalista, vanno le condoglianze di tutta la redazione di napolipiu.com

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.