Varie-Calcio

Chiellini-Superlega, Sconcerti: “Quanti debiti si possono avere per essere competitivi?”

Il giornalista contesta le parole del capitano della Nazionale Italiana di Calcio

Giorgio Chiellini ha parlato di Superlega e di Var dal ritiro della Nazionale di Coverciano, parole che non sono piaciute a Mario Sconcerti. Il giornalista ha ‘bacchettato’ l’uscita del capitano della Juventus e della Nazionale di Roberto Mancini che questa sera gioca una partita importante con la Svizzera, valida per la qualificazioni ai Mondiali in Qatar. Sconcerti a Calciomercato.com fa sapere di rispettare le parole di Chiellini sulla Superlega, ma che non dovevano essere pronunciate mentre era nel ritiro della Nazionale. Inoltre Sconcerti aggiunge: “Come vecchio grande giocatore deve pensare ai propri interessi, ma anche a tutti quelli che non sono bravi come lui, ma hanno gli stessi diritti. In particolare Chiellini dice che i giocatori vivono per giocare quelle grandi partite. Ci credo, ma per giocare quelle partite devono qualificarsi“.

Superlega: le domande di Sconcerti a Chiellini.

Anche Pistocchi ha polemizzato con Chiellini per quanto detto sul Var e la Superlega. Così come Sconcerti tira in ballo anche il tema debiti. È pubblica la crisi della Juventus che accumula debiti su debiti e nonostante tutto vorrebbe giocare in un campionato esclusivo, in cui giocano altre società piene zeppe di debiti.

Sconcerti si chiede se a Chiellini piaccia questa formula esclusiva con 14 squadre, più altre 4 presenti su invito, senza promozione o retrocessione. Ma si chiede anche: “E’ questo che piace a Chiellini? E si divertirebbe la Juve se fosse intorno al sesto settimo posto ogni anno magari rischiando qualche volta di scendere in zona retrocessione? Infine una domanda decisiva: quanti debiti si possono avere per essere competitivi? Che differenza deve esserci tra chi paga la squadra con debiti e chi la paga con i propri soldi? Mi risponderà mai Chiellini?“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.