I Primati di NapoliLo sapevi che Napoli

Lo sapevi che: Nel 1890 lo Zar di Russia, fece cantare a corte “funiculì, funicolà”

UN DESIDERIO DELLO ZAR E’…UN ORDINE!

Di : Gabriella Cundari

Pietroburgo, fine Ottocento.

II tenore Francesco Marconi, voce calda e pastosa ( che purtroppo gli venne meno pochi anni più tardi) viene invitato a cantare alla  corte  dello Zar Nicòla II Romanov

Zar Nicòla II Romanov

Per la grande occasione si prepara a cantare le più celebri romanze italiane. Molto emozionato, attende l’arrivo dell’imperatore.

Nicola II  arriva accolto da un pubblico di nobili festanti, ma va dritto verso Marconi , sorridendo, gli sussurra: “Cantare Finuculì Funicolà”

Il tenore che aveva un carattere allegro, (erano famose all’epoca le sue passeggiate notturne a  Trastevere per fare qualche serenata alla ragazze che gli piacevano). Non ceredette alle sue orecchie.

Si puo disobbedire ad un Imperatore? Naturalmente no, e non lo fece neppure Marconi.

Alla fine del recital molte dame ripetevano, con la loro pronicia dura e gutturale: “Jamme, jamme, ‘ncoppa jà, funiculì, funicolà”

Francesco “Checco” Marconi

(da G. De Caro, Napoli racconta)

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.