ULTIME NOTIZIE SULL'EMERGENZA CORONAVIRUS

Gemellaggio Ultras del Napoli e Stella Rossa. La polizia non si fida. I dettagli

Gemellaggio Ultras del Napoli e Stella Rossa, al San Paolo mancherà Ivan Bogdanov. La polizia in allerta per l'arrivo degli ultranazionalisti serbi.

Gemellaggio Ultras del Napoli e Stella Rossa, al San Paolo mancherà Ivan Bogdanov. La polizia in allerta per l’arrivo degli ultranazionalisti serbi.

[better-ads type=”banner” banner=”81855″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”left” show-caption=”1″][/better-ads]


Il gemellaggio Utras del Napoli e  Stella Rossa
andrà in scena in un San Paolo tutto esaurito. Controlli serrati e fitti in vari punti di Fuorigrotta, non solo vicino allo stadio. Motivo per cui la società invita a recarsi allo stadio con un po’ di anticipo e, soprattutto, di non gettare oggetti o altro dagli spalti.

Come sempre saranno circa 50 le telecamere di sicurezza che monitoreranno sia l’interno dello stadio che tutte le vie adiacenti: la Sala Gos del San Paolo è tra le più attrezzate di Italia nella vigilanza. Un aiuto in più per prevenire situazioni di possibile tensione.

Gemellaggio Ultras del Napoli e Stella Rossa

La polizia è preoccupata per l’arrivo dei ultranazionalisti serbi, scrive il Mattino, quelli abituati a salutare a braccio rigorosamente teso. Ma verranno accolti in un clima di gemellaggio: già da ieri mattina sono apparsi nei pressi dello stadio, a firma dei Fedayn: «Non c’è nulla di così sacro come l’onore, nulla di così leale come l’amico fidato». E via agli insulti al Partizan, che è il nemico della Stella Rossa in patria.

Polizia in allerta

Il clima di amicizia tra gli ultrà non consiglia, in ogni caso ad abbassare la guardia perché ovunque siano andati i tifosi serbi hanno portato paura e scompiglio. È successo a Salisburgo, ad agosto: motivo per cui la tifoseria serba ha dovuto saltare sia la trasferta di Parigi che quella di Liverpool.

Gemellaggio Ultras del Napoli e Stella Rossa, al San Paolo mancherà Ivan Bogdanov. La polizia in allerta per l'arrivo degli ultranazionalisti serbi.

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Evento storico per per gli ultrà della Stella Rossa

Un evento storico, per gli ultrà della Stella Rossa: in pratica la prima trasferta in Champions dopo 26 anni. Se per certi versi non preoccupano i «contatti» tra le due tifoserie, le forze dell’ordine (almeno 1200) temono che i serbi possano cercare lo scontro proprio con i poliziotti. «Già da ieri sono iniziati i controlli in città: i tifosi arriveranno davvero con ogni mezzo, difficile poter pianificare nei dettagli il loro arrivo».

Ivan Bogdanov capo Ultras della Stella Rossa non sarà a Napoli

Ivan Bogdanov, storico capo degli ultrà della Stella Rossa non è nell’elenco dei tifosi che oggi raggiungerà Napoli. La polizia di Belgrado fa sapere che non dovrebbe partire dalla Serbia l’uomo che ha scontato tre anni e mezzo di carcere proprio per i disordini scoppiati otto anni fa a Genova.

 

Archivi