Francia vittoria all’esordio. Ma quanta fatica contro l’Australia

Francia vittoria all'esordio. Ma quanta fatica contro l'Australia

La Francia fa il suo esordio a Russia 2018 battendo 2-1 l’Australia. Gara che si è rivelata più complicata del previsto per gli uomini di Didier Deshamps.

 

La Francia di Deshamps vince la prima gara del suo mondiale. Ma con l’Australia non è stato così facile.

Primo tempo dove la Francia si rende pericolosa in due circostanze la prima con Mbappe e la seconda con Griezmann, in entrambe le occasioni il numero uno australiano Ryan si fa trovare pronto. Ma Lloris non resta a guardare sulla punizione di Mooy e la deviazione sotto misura di Tolisso, dove compie una bella parata tuffandosi sulla sua sinistra.

Il secondo tempo  inizia così com’è terminato il primo tempo, con la Francia che attacca ma non sfonda, e l’Australia che crea qualcosa di pericoloso solo in ripartenza. Al 58 esimo però è la svolta. La Francia passa su calcio di rigore guadagnato e realizzato da Griezmann. Per decretare la massima punizione, il direttore di gara uruguaiano Andres Cunha deve ricorrere al Var, prima volta nella storia del Mondiale. Tempo tre minuti e nell’altra area di rigore Umtiti intercetta clamorosamente con mano un cross di Leckie. Questa volta nessun dubbio. Dal dischetto ci va il capitano Jedinak che spiazza Lloris. 1-1 e per la Francia tutto da rifare.

GOAL TECNOLOGY

Nel corso della ripresa Deshamps richiama quasi a sorpresa Griezmann per l’ingresso di Giroud e lo stesso Fekir lascia il posto al neo entrato Dembele. I francesi cambiano pelle, passando da un 4-3-3 a un 4-3-2-1. Al minuto 78 esce uno spento Tolisso per far posto a Blaise Matuidi. Due minuti più tardi la Francia ritrova il vantaggio. Scambio veloce Giroud-Pogba, tocco di quest’ultimo e la palla che rimbalza prima sotto la traversa e poi va al di là della linea di porta. Per la “gol tecnology” la palla è entrata ed è vantaggio francese. L’arbitro da 5 minuti di recupero, e l’Australia cerca invano un disperato forcing finale senza però raccogliere i risultati sperati. La Francia vince con fatica e parte con una vittoria.

Per chi credeva in una passeggiata è rimasto, evidentemente, sorpreso. In una rassegna mondiale le sorprese sono sempre dietro l’angolo, e una di queste stava quasi per essere riservata agli uomini di Deshamps. La Francia ha dovuto ringraziare la tecnologia (che ha preso la decisione giusta) per avere la meglio sull’Australia. La nazionale di Bert Van Marwijk ha fatto la sua gara tenendo in considerazione anche all’inferiorità del materiale di cui dispone. Non ha affatto demeritato, dando filo da torcere agli avversari. La Francia, dal canto suo, ha sofferto la mancanza di forma di alcuni uomini del centrocampo. Uno su tutti Tolisso. Ma anche Pogba, nonostante il gol vittoria, non è stato esplosivo. Al Kazan Arena, finisce 2-1 per i transalpini. Alle 18, Danimarca-Perù completano la prima giornata del Girone C.

LOBOTKA NAPOLI: CI SIAMO