Fedele: “Allan mai vicino al PSg, ha fatto tutto De Laurentiis per un motivo”

Fedele: "Allan mai vicino al PSg, ha fatto tutto De Laurentiis per un motivo"

Allan non è mai stato vicino al PSG. Enrico fedele colpevolizza De Laurentiis, reo di aver orchestrato tutto per illudere i tifosi. Il Napoli venderà per rimpiazzare.

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

L’opinionista Enrico Fedele ai microfoni di radio Marte offre una chiave di lettura del tutto nuova sulla trattativa per Allan al PSg. L’ex ds del Parma bacchetta Aurelio De Laurentiis reo di aver orchestrato tutto per illudere i tifosi:

ALLAN-PSG

ll procuratore di Allan ha sondato il terreno con il PSG, ma poi quando si sono fatti i conti sul prezzo del cartellino si è complicato il discorso. Non ho mai creduto a questo affare”.

“Credo che non ci sia stata nessuna vera trattativa, il PSG si sarà informato solo sul prezzo e ha lasciato stare. E’ andata così, a meno che il tutto non sia stato fatto ad arte dalla dirigenza per permettere a De Laurentiis di dire: ‘Avete visto? Rinuncio a 100 milioni pur di tenere Allan’.

Se voglio davvero trattenere Koulibaly a 120 milioni e Allan a 100, allora non li vendo nemmeno in estate, e anziché togliere aggiungo.

Una scelta del genere sarebbe contro la politica del Napoli, che invece sostituisce e non aggiunge: generalmente, vende per poi rimpiazzare”.

FEDELE SU MILAN NAPOLI

Fedele ha poi aggiunto: “È il caso di dire che siamo andati a Milano a pettinare le bambole. Una delusione enorme, una partita disarmante che mi costringe a dare zero a tutta la squadra.

Non posso salvare nessuno, proprio nessuno. E devo processare Ancelotti che mi sta veramente deludendo. Sabato ha schierato un Napoli illogico tatticamente e ieri sera, quando sembrava che l’undici mandato in campo avesse un po’ di logica, ecco che la squadra è venuta meno su tutti i fronti: imbambolata in difesa, distratta a centrocampo, assente in attacco“.

AL NAPOLI RESTA L’EUROPA LEAGUE

Non ci resta che l’Europa League, ma con questo caos che sta nella mente del tecnico, sinceramente comincio a preoccuparmi non poco. Scelga la formazione base senza dimenticare che il trio Callejon-Mertens-Insigne è l’unico che può dare una svolta in questa seconda fase della stagione.

Poi si chiarisca subito il caso Allan, altrimenti sarà una spina nei fianchi del mister. Se non era stato utilizzato sabato in campionato, andava messo fuori anche ieri sera per gli stessi motivi che sono certamente a conoscenza dell’allenatore.

Il mio invito, lo ripeto, è rivolto al bravo Carletto: faccia un esame di coscienza e ritorni ad utilizzare i giocatori nei loro ruoli, altrimenti i vari Fabian Ruiz, Zielinski, Milik e Diawara invece di essere valorizzati verranno svalutati. E poi chi lo ferma De Laurentiis?“.