napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

Ex Opg Occupato, buon compleanno “Je so’ pazzo”! Due anni di lotta, due anni di amore! Dove c’era prigione abbiamo fatto libertà!

Sabato 4 Marzo 2017 alle ore 18 – ASSEMBLEA: “Bilancio di due anni d’attività e presentazione dell’opuscolo sulla contraccezione a cura dell’ambulatorio popolare

Facciamo il bilancio di un altro anno di attività insieme agli abitanti del quartiere, alle associazioni, a chiunque si dia da fare ogni giorno per trasformare la nostra città! Quest’anno con un focus particolare sulla questione di genere: approfittiamo della prossimità con l’8 marzo per dare spazio a una tematica sempre presente nelle nostre battaglie e nei nostri percorsi, in particolare approfondendo il nesso tra donne, diritti e salute.Avremo modo di confrontarci insieme sui progetti in cantiere e su quelli già pronti alla partenza, sui tanti ambiti che investiranno: lotta alla povertà, a tutte le discriminazioni, al disfattismo e ai pregiudizi, per proseguire insieme verso il potere popolare!

ore 19.30 – VISITE GUIDATE DELLA STRUTTURA, INAUGURAZIONE DEI NUOVI SPAZI GRAZIE ALLA CAMPAGNA DI CROWDFUNDING!
– Cucina popolare
– Ambulatorio ginecologico
– Ambulatorio pediatrico

ore 20.30 – CENA POPOLARE

dalle 22 – CONCERTO
Tommaso Primo
Tartaglia Aneuro

All’Ex OPG troverete anche: stand delle varie attività, per conoscerle, iscrivervi o proporvi dare una mano; viste guidate degli spazi e delle celle; bar a prezzi popolari; magliette, felpe, borse e altri gadget per sostenere le attività e la riqualificazione degli spazi…

All’ alba del 2 marzo del 2015 una sessantina di “pazzi” – studenti, precari, lavoratori, abitanti del quartiere – occupavano l’Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Materdei, abbandonato, saccheggiato e lasciato al degrado dal 2008, e iniziavano subito a recuperare gli spazi e a lanciare attività sociali per il quartiere.
NEI GIORNI E NELLE SETTIMANE SUCCESSIVE UNA GRANDE MOBILITAZIONE POPOLARE IMPEDIVA LO SGOMBERO DELL’EX OPG, DATO PER CERTO NELLE PRIME ORE, E FACEVA PARTIRE UN GRANDE ESPERIMENTO DI RIAPPROPRIAZIONE, DI CREAZIONE DI COMUNITÀ, DI LOTTA PER LA CITTÀ.
Un esperimento che mese dopo mese è diventato certezza, trasformando in un anno un inquietante carcere abbandonato in una Casa del Popolo aperta a tutti. Oggi, l’Ex Opg ospita 40 tra attività, corsi e sportelli, tutti gratuiti e aperti a chiunque voglia parteciparvi.
Salute, solidarietà, antirazzismo, antisessismo, lotta alla dispersione scolastica, arte, cultura, teatro, sport, e tanto altro per venire incontro ai bisogni popolari lasciati senza risposta dalle Istituzioni.
In due anni abbiamo sperimentato forme di autogoverno popolare, abbiamo incontrato ondate di solidarietà, abbiamo provato a farci comunità organizzata e cosciente, con lo strumento del Controllo Popolare abbiamo toccato con mano la forza del protagonismo popolare, la paura che può mettere ai poteri più forti di questo paese. E ancora tanto abbiamo da fare e imparare!
Dov’era prigione faremo libertà” non era solo uno slogan. È quello che abbiamo provato a fare realmente. Tutti insieme, ognuno portando il suo contributo, la sua sensibilità, le sue passioni e la sua voglia di condividerle.
Ci meritiamo quindi un grande festeggiamento, un brindisi collettivo, un augurio per il futuro! Perché, se tutto questo è successo in due anni soltanto, dove possiamo ancora arrivare se continuiamo tutti uniti e sempre più organizzati?
Ecco a cosa abbiamo pensato, speriamo davvero di vedervi. Perché da soli non siamo niente, ma insieme siamo una forza che spiana le montagne!

—–
Je so’ pazzo è un ex-opg (ospedale psichiatrico giudiziario) occupato nel marzo 2015 da un gruppo di studenti, lavoratori, disoccupati, per sottrarlo all’abbandono e per restituirlo alla città, per ricostruire la memoria di questo luogo terribile di esclusione e tortura, e lanciare percorsi di mobilitazione a partire dalle nostre concrete esigenze: dal lavoro al territorio, dalle scuole alle università, dalla casa alla sanità.
—–
Come arrivarci?
– Metro Linea 1: Fermata Materdei
(5 minuti a piedi verso Salita San Raffaele)
– Dal centro storico (15 minuti a piedi):
arrivare al museo nazionale e salire via Salvator Rosa,
all’incrocio con via Imbriani ci trovate sulla destra.
—–
Ex Opg Occupato – Je so’ pazzo
pagina facebook: https://www.facebook.com/exopgjesopazzo
sito web: http://jesopazzo.org/
twitter: https://twitter.com/ExOpgJesopazzo

evento facebook dell’evento

CONSIGLIATI PER TE