Tutto Napoli

Escclusiva Carmando: "per vincere ci vogliono grandi giocatori e un grande gruppo"

CARMANDO A NsN

A Bologna presso il Macron store, in collaborazione con il Club Napoli Bologna, l’ex massaggiatore del Napoli, in compagnia di Nando De Napoli e Renato Camaggio, ha presentato il suo libro: “LE MANI SU D10S”.

Salvatore Carmando parla in esclusiva a Napoletanosinasce.com:

Di: Maurizio Criscitelli

Come è nata l’idea di scrivere la tua biografia?

“E’ da tanti anni che desideravo farlo, finalmente oggi ci sono riuscito, insieme a Renato Camaggio, ci tenevo tanto a raccontare i miei tanti anni passati negli spogliatoi.

La cosa più bella è l’apprezzamento da parte dei tifosi, il mio libro sta suscitando interesse e curiosità!”

Che ricordo hai delle due curve del San Paolo?

“Ricordo, che appena passavo dalla curva A a quella B, si alzava sempre il coro “carmando uno di noi” una sensazione che non ho mai più provato, mi commuovo solo al ricordo. Mi sento molto vicino alle 2 Curve, perché’ mi hanno aiutato tante volte. Credetemi se vi dico che gli voglio molto bene.”

I due presidenti con i quali hai lavorato: il calcio di Ferlaino e quello di De Laurentiis.

“Premetto, questo calcio non mi piace, preferisco il calcio di allora. Perché’ prima c’era veramente il cuore delle persone, oggi invece è tutto più distaccato.”

Cosa ne pensi del Napoli che sta nascendo?

“Sono un po’ perplesso, l’allenatore è bravo, cosa dire se il presidente vuole una squadra di soli Italiani, speriamo abbia ragione, se ci qualifichiamo 3 o 4, vorrà dire che ha vinto De Laurentiis. Se arriva 7-8 hanno perso prima i tifosi.”

Cosa ci vuole per vincere lo scudetto?

“Ci vogliono i grandi big, ma prima di tutto ci vuole: lo spogliatoio, i grandi giocatori e un grande gruppo. Se c’è il grande gruppo si vince sempre.”

Un saluto a tutti i lettori di Napoletanosinasce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.