ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

De Luca: “La Campania è un’eccellenza. In Italia tanti si aspettavano l’ecatombe”

De Luca: "La Campania è un'eccellenza. Tanti aspettavano l'ecatombe"

Vincenzo De Luca elogia la sanità campana. Il governatore si è complimentato con il Cotugno e il Pascale e ha bacchettato chi si aspettava l’ecatombe.

L’Italia è ancora nella morsa del Coronavirus. I dati di oggi parlano di 18849 i morti. Rispetto alla giornata di ieri, sono stati registrati altri 570 decessi, secondo i dati diffusi dalla Protezione Civile.

I guariti in totale sono 30455, con un incremento di quasi 2000 unità nelle ultime 24 ore. I casi attualmente positivi sono 98273 (+1396): in isolamento domiciliare 66534 persone, 28242 sono ricoverate e 3497 (-108), in terapia intensiva.

DE LUCA: “LA SANITÀ CAMPANA ECCELLENTE”

In videoconferenza il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca ha parlato dell’emergenza Coronavirus e ha pubblicamente elogiato la sanità campana:

Un plauso bisogna farlo alla sanità campana: il Cotugno si è dimostrato eccellenza mondiale per le malattie infettive, il Pascale per quelle oncologiche, dobbiamo essere fieri di tutto ciò. È stato un mese di “guerra”, ma la sanità ordinaria ripartirà grazie alla organizzazione, da fine mese ripartiremo in tal senso. La settimana prossima sarà attivo l’ospedale mobile, un prefabbricato che rimarrà in maniera permanente, lo sottolineo con soddisfazione ed orgoglio: abbiamo costruito e reso attivo in 10 giorni un ospedale con attrezzature moderne e all’avanguardia“.

Il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca ha poi aggiunto: “C’erano tante persone in Italia, ma anche qui da noi, che aspettavano in Campania l’ecatombe. Aspettavano che la Campania finisse cento volte peggio della Lombardia. Mi è capitato di ascoltare qualche commento di qualcuno che sembrava quasi dispiaciuto che avessimo fatto un lavoro importante in Campania. Gente dispiaciuta che si chiedeva, ma come è possibile che non abbiamo avuto le tragedie qui? Io mi auguro con tutto il cuore che la fase 2 sia una fase di serietà e di rispetto reciproco“.

Noi abbiamo dimostrato di essere una regione che cammina a testa alta e dobbiamo essere orgogliosi di questo. Abbiamo bisogno tutti dell’aiuto degli altri, ma possiamo camminare oggi a testa alta. Non era scontato che vivessimo questa tragedia come l’abbiamo vissuta, con rigore, con serietà, anticipando spesso le decisioni che il Governo poi ha preso 10 giorni dopo. Abbiamo lavorato con serietà conquistando il rispetto di tutte le persone serie del nostro Paese. Continueremo così, continueremo a presentarci in Italia come modello, rigore e concretezza e capacità amministrativa“. Ha concluso il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca.

Archivi