Calcio Napoli

Cori contro i Napoletani, giudice sportivo punisce la Roma

Allo stadio Olimpico partono i soliti cori contro i Napoletani, esposto anche uno striscione contro Genny a Carogna. Il giudice sportivo punisce la Roma con 12000 euro di multa.



Roma-Napoli finisce 1-4 per gli azzurri di Carlo Ancelotti.

La squadra giallorosa a fine gara è stata sommersa dai fischi dell’Olimpico: “Andate a lavorare” e “Mercenari“, dura la reazione del presidente Pallotta che si è sfogato su Twitter richiamando i giocatori.

La curva sud ha intonato i soliti cori contro i napoletani, esposto anche uno striscione contro Genny a Carogna.

L’ultrà napoletano  diventato noto a causa di quanto accaduto nella finale di TIM Cup tra Napoli e Fiorentina nel 2014, a margine della quale si registrò la tragica scomparsa del tifoso napoletano Ciro Esposito in cui fu coinvolto il romanista Daniele De Santis: “Festival di Napoli, vincitore è la ‘carogna“.ù

Dopo la sconfitta sul campo, per la Roma arriva anche la punizione del giudice sportivo.



Ecco il comunicato: “Ammenda di 12.000 euro alla Soc. Roma per avere i suoi sostenitori, nel corso della gara, intonato cori insultanti di matrice territoriale nei confronti della tifoseria avversaria“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.