TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Carratelli: “Comincia il campionato di Gattuso. I tre motivi della rinascita degli azzurri”

Gattuso campionato

Il campionato di Gattuso comincia contro la Sampdoria. Mimmo Carratelli analizza i tre motivi della rinascita del Napoli.

Il decano dei giornalisti napoletani, Mimmo Carratelli, nel consueto editoriale sul quotidiano il Roma analizza il campionato di Gattuso e i motivi che hanno portato il Napoli alla rinascita.

CAMPIONATO DI GATTUSO

Si dice “il campionato di Gattuso” perché le prossime sette partite contro due squadre che hanno più punti del Napoli e cinque al di sotto degli azzurri (Sampdoria, Lecce, Cagliari, Brescia, Torino, Verona,
Spal) daranno le prime, concrete indicazioni sul lavoro del nuovo tecnico e, in qualche modo, offriranno uno “sguardo” sul futuro.

Una continuità di risultati positivi contro i prossimi sette avversari confermerebbe che il Napoli è tornato competitivo prescindendo dagli obiettivi di classifica (l’avvicinamento alla zona Europa League)“.

LA RINASCITA DEL NAPOLI IN TRE PUNTI

MERCATO– Pagato lo scotto del cambiamento (quattro sconfitte nelle prime cinque partite) e messi a segno i colpi contro Lazio e Juventus, parte il campionato di Gattuso.

Ora il Napoli comincia ad avere una sua fisionomia, il mercato invernale ha portato tre buoni giocatori e s’avvia il recupero degli infortunati.

STOP AL TUNOVER– È evidente che la squadra, non più sottoposta a frenetici turn-over, sta riacquistando una sua sicurezza. Nello spogliatoio sono tornati l’entusiasmo e una forte partecipazione.

Gattuso ha già inciso nel “nuovo corso” del Napoli come testimoniano le dichiarazioni dei giocatori.

CAMBIO MODULO– Ora, in allenamento, il lavoro è intenso e le idee sono chiare. Il 4-3-3 in fase di possesso, 4-5-1 nella fase passiva e ognuno nel suo ruolo con qualche difficoltà per Fabian Ruiz dovuta anche a uno scadimento di forma dello spagnolo.

BATTERE LA SAMP PER CONFERMARSI

“Il Napoli ha già provato a soffrire e vincere (contro la Lazio in Coppa) e dovrebbe essere pronto per una sfida agonistica di alto livello. Dovrà avere in campo la grinta di Gattuso.

Il recupero di Maksimovic non è ancora completo per riportare Di Lorenzo nel suo ruolo, a destra. Possibile l’inserimento di Lobotka dal primo minuto (Fabian Ruiz in panchina, Allan non ancora pronto).
Lo slovacco è considerato un giocatore molto tecnico però un po’ lento. Sarà adatto a un match che si annuncia molto combattuto?
Ci sarà Mertens in panchina, una “carta” eccellente e Gattuso saprà giocarla. Ma si attende il “risveglio” di Milik a secco da quattro parte, Coppa compresa.

Rivedremo Demme (meno tecnico, forse, di Jorginho, ma più dinamico), nuovo equilibratore. Insigne ha ripreso entusiasmo, ora gioca da vero capitano e ha ritrovato il gol (9 reti nelle ultime nove partite fra campionato e Coppe).
Come ha annunciato Ranieri, questo posticipo del lunedì sarà un partita aspra, giocata su ogni pallone. L’ardimento, il coraggio, la lotta varranno più della tecnica che però potrebbe sparigliare i giochi.

Si affronteranno due esigenze di vittoria: la Samp per il forte rischio in classifica, il Napoli per confermare la sterzata con le vittorie contro Lazio e Juventus“.

Archivi