ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Diego Demme trascina il Napoli, ma che sofferenza con la Sampdoria

sampdoria napoli gol demme

Sampdoria-Napoli 2-4. Soffre la squadra di Gattuso ma acciuffa la vittoria e sente profumo d’Europa. Segna Diego Demme, decisivo dalla panchina.

Non c’è Demme nel Napoli, Gattuso si affida a Lobotka, con Meret che vince il ballottaggio con Ospina. Primo tempo emozionante al Ferraris di Genova, con Sampdoria e Napoli che non si risparmiano. Gli azzurri partono agguerriti, e praticamente trovano il gol senza che la Sampdoria abbia quasi toccato palla. Il cross di Zielinski e la girata di testa da Milik sono bellissime, il polacco è in serata e si vede, tanto che nel corso della prima parte di gara impensierisce per ben due volte Audero con altrettanti colpi di testa. Il Napoli palleggia, gioca e corre, così come vuole il suo allenatore, Lobotka ha forza nelle gambe e guida la squadra. Gli azzurri stanno meglio ed al 16′ trovano la rete del 2-0, su schema da calcio d’angolo che libera Elmas che trova il gol. Il macedone è al suo primo gol in campionato. Si risveglia la Sampdoria che trova il gol del 2-1 al 26′ grazie ad un gol fantastico di Quagliarella, girata al volo per il calciatore napoletano. Rischia molto il Napoli in contropiede, con Ramirez che al 39′ colpisce il palo a due metri dalla porta.

Sampdoria-Napoli: Demme Gol

Secondo tempo pazzesco con la Sampdoria che pressa a tutto campo ed il Napoli che soffre tantissimo. Una sofferenza che si tramuta in un gol annullato a Ramirez (netto il fallo di mano di Gabbiani che serve l’assist). Ma la Samp acciuffa il pareggio grazie ad un rigore per fallo di Manolas su fallo di Quagliarella che si fa male ed esce. Sul dischetto ci va Gabbiadini che segna, nonostante l’intuizione. Gattuso la vuole vincere e inserisce Demme per Lobotka, Mertens per Callejon e Politano per Elmas. Il Napoli a trazione anteriore soffre ma ci crede ed al minuto 83 Insigne trova la giocata giusta, il tiro del capitano è rimpallato ma sulla ribattuta arriva Diego Demme che firma il 3-2. Nel finale concitato c’è anche il gol del rientrato Mertens che segna e si mette a meno due dal record di Hamsik.

 

 

Archivi