Calcio NapoliTutto Napoli

Napoli-Bologna 3-2 nel segno di koulibaly

Napoli-Bologna 3-2. Gli azzurri di Ancelotti battono la squadra di Inzaghi nel segno di koulibaly e restano a -9 dalla Juventus.

Napoli-Bologna 3-2 la squadra di Ancelotti batte nel finale squadra di Pippo Inzaghi. Il San Paolo si schiera al fianco del senegalese, bersagliato dagli ululati razzisti e poi espulso nel match di San Siro. Una partita all’insegna dell’emozione sia sugli spalti che sul campo.

NAPOLI-BOLOGNA

Ancelotti deve fare i conti con tre assenze pesanti: Koulibaly, Insigne e l’infortunato Hamsik. Il tecnico di Reggiolo schiera  Maksimovic in luogo del senegalese e ridisegna la squadra non nello schema ma negli uomini con Zielinski, Malcuit e Mertens.

Sull’altro fronte l’allievo Pippo Inzaghi, cresciuto alla corte milanista di ‘Carlo Magno’, ha tutti a disposizione e – rispetto al match perso con la Lazio – conferma il 3-5-2 ma rilancia Palacio in attacco con Santander.

In cabina di regia tra Poli e Svamberg c’è Pulgar e non Nagy, mentre De Maio vince il ballottaggio con Calabresi nella difesa completata da Danilo e Helander e sulle fasce tocca a Mattiello e Dijks.

LA DECIDE MILIK

A partire meglio è il Bologna, che prova a sfruttare l’effetto sorpresa:. Il Napoli inizia a scaldarsi come un diesel. Al 15′ la squadra di Ancelotti  rompe lo stallo: Mertens è murato due volte e la palla arriva sui piedi Milik, che a tu per tu con Skorupski non sbaglia.

A imprigionare per due minuti la gioia del polacco e del San Paolo è però il Var, che chiama al monitor Calvarese: l’arbitro di Teramo riguarda l’azione, giudica giustamente involontario il tocco di braccio del belga sulla seconda conclusione rimpallata e al 17′ indica il centrocampo.

PARI ED EMOZIONI

Il pari arriva al 38′: punizione dalla destra calciata da Pulgar, Palacio prolunga e nel cuore dell’area si fa trovare pronto Santander che di testa la piazza alle spalle di Meret. Da questo omento è una girandola di emozioni: al 52′ la diga del Bologna cede per la seconda volta: pennellata di Malcuit con l’esterno destro e stacco imperioso di Milik, che sovrasta Mattiello e fa doppietta portandosi a quota 10 gol in campionato.

A sorpresa torna a galla il Bologna sfruttando un calcio da fermo: la battuta è affidata ai piedi del solito Pulgar ma stavolta è Danilo a volare più in alto di tutti e battere di testa Meret.

All’88’ Mertens  danza al limite dell’area e col destro sorprende un poco reattivo Skorupski andando poi a cercare la telecamera per gridare al mondo il nome di Koulibaly.

Napoli-Bologna 3-2 nel segno di koulibaly

Finisce 3-2 con il San Paolo in festa per i tre punti da dedicare a Kalidou, che consentono di riportarsi a -9 dalla Juventus e lasciare ancora in vita a un campionato che al giro di boa poteva essere già chiuso.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.