Calcio Napoli e cultura Napoletana

L’ESPRESSO: “Moggi forniva escort agli arbitri, insieme al factotum Gigi Pavarese.. I conti segreti del Torino”

Assurdo quello che faceva l'ex dirigente della Juventus

Moggi forniva escort agli arbitri. La sconvolgente rivelazione dell’Espresso. L’ex Dg della Juve era affiancato dal factotum Gigi Pavarese .

ROMA- Nuove e clamorose rivelazioni su Moggi e calciopoli Scrive l’Epresso.it:

Calciopoli, Luciano Moggi ex direttore generale della Juventus è riuscito a gabellare la bufala del “così facevan tutti”.

La sentenza di Torino

Eppure, per rimettere le cose a posto, basterebbe una sentenza del Tribunale di Torino: quella del 1995 sulle sexy-accompagnatrici per gli arbitri di coppa Uefa del Torino Calcio, all’epoca diretto da Moggi e presieduto da Gianmauro Borsano. Nel 1993 la Procura indaga sui fondi neri della società granata e scopre un conto segreto (“Mundial”) per pagare i fuoribusta a giocatori, dirigenti e procuratori, ma anche le “pubbliche relazioni-accompagnatrici“.

Moggi forniva escort agli arbitri

Decine di milioni di lire per accogliere le terne arbitrali internazionali con gioielli, orologi, abiti firmati e ragazze-squillo. Nel diario del ragionier Giovanni Matta, ex contabile del club, i pm leggono: “Ieri s’è presentata Adriana R., faccia, fisico e abbigliamento di puttana di alta classe: voleva 6.300.000 per le prestazioni amorose sue (?) e di colleghe per gli arbitri Aek Atene”.

Factotum Gigi Pavarese

Matta rivela: “Era Moggi a combinare questi incontri” insieme al factotum Gigi Pavarese (ex DS del Napoli ndr). Borsano conferma: “Delle prostitute si occupava Moggi”. Adriana (la squillo arbitrale), Vittoria e Marina (addette ai guardalinee) raccontano: “Nella hall dell’albergo ci davano le chiavi delle stanze degli arbitri. Noi salivamo durante la partita e li attendevamo lì”. La scena si ripete per almeno tre turni della coppa Uefa 1991-92. Moggi si difende  non s’era accorto di nulla, pensava a innocenti “hostess” o “interpreti”, comunque faceva tutto Pavarese. Che si prende tutta la colpa. Alla fine i giudici ritengono indimostrabile lo sfruttamento della prostituzione.

Hai trovato interessante l’articolo? Condividilo sui social

Testa le tue abilità e commenta sulla  nostra pagina Facebook

Sei pronto per seguirci su Twitter?

LEGGI ORA TUTTO SUL NAPOLI

COMINCIA SUBITO A CONOSCERE LA STORIA DI NAPOLI

CONSIGLIATI PER TE