Gazzetta – Napoli, problema rinnovi: Zielinski e Milik le spine azzurre. Spiragli per Maksimovic, Allan sarà ceduto

problema rinnovi napoli per Zielinski e Milik
Ultimo aggiornamento:

Il mercato di gennaio è terminato ma si apre il problema rinnovi per il Napoli, con Zielinski e Milik che sono le due incognite da risolvere per la società.

Cristiano Giuntoli è già a lavoro, nonostante la finestra di calciomercato di gennaio sia terminata. Il direttore sportivo pensa al problema rinnovi per il Napoli, in agenda ci sono gli incontri con Zielinski e Milik, che sono le questioni più importanti da risolvere. Secondo quanto fa sapere Gazzetta dello Sport, per i due il vero problema è legato alla clausola rescissoria che il Napoli vuole inserire all’interno dei loro contratti. “Il contratto di Zielinski scadrà nel 2021. Attualmente guadagna 1,1 milioni di euro a stagione e il d.s. gliene ha offerti 2 all’anno fino al 2024” scrive Gazzeetta. Aurelio De Laurentiis vuole inserire una clausola tra gli 80 ed 100 milioni di euro, l’entourage del calciatore accetterà solo se sarà al di sotto dei 50 milioni. Stessa situazione per Milik, per lui è pronto un contratto di 5 anni a 3 milioni di euro a stagione, ma la società vuole inserire una clausola da 100 milioni che i procuratori non vogliono.

Rinnovi Napoli: la situazione di Allan e Maksimovic

Sul problema rinnovi il Napoli per Zielinski potrebbe cedere, mentre sembra difficile che lo faccia per Milik che a questo punto potrebbe anche essere ceduto a determinate condizioni. Intanto è in discesa il rinnovo di contratto di Nikola Maksimovic: “Con lui l’accordo è solo da formalizzare” scrive GdS. Il difensore serbo avrà uno stipendio da 1,6 milioni di euro ed una clausola rescissoria di 65 milioni. Discorso ancora diverso per Allan, secondo la rosea l’accordo con il calciatore brasiliano si troverà ma a fine anno sarà ceduto secondo un vecchio accordo fatto con il centrocampista. Da circa un anno il brasiliano attende di andare via, da quando il Psg bussò alla porta del Napoli con un’offerta da 50 milioni di euro.

 

Archivi