Le Interviste

Ex arbitro Bergonzi: “Bologna-Juventus, malissimo Rocchi. E su Nicchi…”

L’ex arbitro Mauro Bergonzi parla dell’arbitraggio di Rocchi in Bologna-Juventus ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Negativo il giudizio.

In queste ore sta montando la polemiche per l’operato dell’arbitro Rocchi in Bologna-Juventus. Il fischietto di Firenze ha concesso un rigore quantomeno dubbio su De Ligt (rivedendo le immagini al Var) e non ha ritenuto opportuno rivedere le immagini sul rigore che poteva dare contro la Juve. Sulla questione è intervenuto l’ex arbitro Mauro Bergonzi che a Punto Nuovo Sport Show dice:

Ieri Rocchi non ha arbitrato al meglio, il calcio di rigore c’era. La cosa più grave per un arbitro come lui è che è stato accerchiato da tutti i giocatori, a me ha dato molto fastidio perché si è detto che i giocatori non si potevano avvicinare. L’ultimo errore, non da Rocchi, è che Danilo sarebbe dovuto essere espulso subito. Abbiamo davanti a noi due mesi infuocatissimi, cerchiamo di smorzare i toni ed evitare polemiche. 

Bergonzi ha parlato anche del sistema arbitrale che gira ancora intorno alla figura di Marcello Nicchi: “Quarto mandato di Nicchi? Ne ho parlato molto, quattro mandati sono tanti per una qualsiasi carica. L’elezione avviene tramite i voti delle Federazioni, se la votazione è positiva, magari può essere rieletto. La C.A.N. A e la C.A.N. B unite funzionano perché si lavora insieme e si cresce insieme. Non accadendo, ad oggi abbiamo solo 2-3 arbitri molto bravi: Rocchi e Orsato. Pasqua e La Penna sono coloro che possono crescere. Ci sono poi altri che alternano prestazioni buone ed altre meno buone. Gavillucci è un ragazzo per bene, ma non uno dei migliori degli ultimi anni. Purtroppo ci sono delle regole che possono essere apprezzate o meno, ma sono quelle che hanno mandato a casa me, Brighi, De Marco e vanno accettate“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.