Calcio Napoli

CHIEVO: Inglese napoletano. I due gol nel derby fanno eco fino a Napoli

Inglese napoletano. I due gol nel derby fanno eco fino a Napoli. Inglese in azzurro e Milik al Chievo.

VERONA. Due gol nel derby: Il primo di testa: saltando nel mucchio. Il secondo, freddissimo, dal dischetto, sistemando il pallone in un angolo dove forse è racchiuso anche il «sogno»: «Da quel che so, non c’è nessuno accordo scritto. E quindi la decisione spetterà alla società: io potrò prenderne, eventualmente, solo atto».

Inglese napoletano

Lesson one: il gol nelle sue forme più disparate, nei campionati d’ogni ordine e grado, e ora nel derby, Chievo-Verona, che Roberto Inglese vive sapendo che qualcosa accadrebbe, se…. .INGLESE NAPOLETANO Il momento della scelta arriverà poi, quando Milik sarà pronto, nel prossimo dicembre o all’inizio di gennaio e Sarri deciderà se lanciarsi nel futuro con Roberto Inglese o aspettare che Arkadiusz Milik, del quale gli sono noti i movimenti e la statura (anche internazionale) torni se stesso.

LEGGI ORA TUTTO SUL NAPOLI

La doppietta nel derby

GOL. Uno, anzi due, per lanciare un messaggio simbolico a Maurizio Sarri e indurlo a guardare, a capirlo, a «studiarlo», semmai ad immaginarselo in quel 4-3-3 in cui non c’è spazio per nessun altro che non sia Callejon, Mertens ed Insigne: però Roberto Inglese, ventisei anni, ha allungato i suoi piedini a Castel Volturno (inconsapevolmente) nell’agosto scorso, quando il Napoli ha scelto di acquistarlo.

Inglese in azzurro e Milik al Chievo?

SCAMBIO. Il destino ha corsie inaccessibili e sceglie per chiunque, centravanti compresi. Inglese è la soluzione pianificata in estate, dodici milioni (bonus compresi), e ora che Milik sta attraversando le notti buie della sofferenza di chi sa che ci saranno almeno altri tre mesi prima di guarire e magari quattro o cinque o sei per tornar se stesso, l’arrivo a Napoli di Roberto è sempre più concreto.

AREK, CI VA.Il Chievo ha – avrebbe – inevitabilmente l’urgenza di cercare un bomber sul quale poggiare i propri programmi e De Laurentiis ne ha pubblicamente (e privatamente) parlato: Milik in prestito per Campedelli rappresenterebbe un affare collettivo, perché consentirebbe a Maran di avere per un semestre (circa) un attaccante di spessore internazionale; perché permetterebbe al polacco di ritrovarsi in una squadra collaudata e con spazi dinnanzi a sé più accessibili rispetti a quelli che lascerebbe Mertens. Perché concederebbe all’attaccante reduce da un periodo di inattività, di guardare con fiducia al Mondiale. E Milik ci andrebbe (se Sarri non dovesse fermarlo….).

COMINCIA SUBITO A CONOSCERE LA STORIA DI NAPOLI

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.