Le IntervisteTutto Napoli

Raiola contro De Laurentiis: “Sarri tra un anno va via, Insigne non è Hamsik…”

Raiola contro De Laurentiis duro botta e risposta tra il procuratore e il presidente del Napoli. Ecco le dichiarazioni che non piaceranno ai tifosi azzurri.

NAPOLI- Mino Raiola è intervenuto a radio CRC. il procuuratore ha rilasciato dichiarazioni che non piaceranno alla tifoseria azzurra:

Raiola contro De Laurentiis?

“Il presidente De Laurentiis come al solito ha capito una cosa per un’altra, un giorno farò un cartone su di lui per fargli capire le cose come stanno. Hamsik quando dice che volevo portarlo via io sono stato pronto a fargli rinnovare il contratto.  De Laurentiis è un grande presidente per il Napoli, ha grande meriti, grazie al suo carattere, alle sue ideologie, ma abbiamo modi di fare diversi, vediamo le cose diversamente, a volte si esprime in modo strano, anche la squadra lo sa, posso dire che non siamo nemici”.

Insigne lascerà il Napoli?

“Quando De Laurentiis  dice di passare sopra il suo cadavere forse si scorsa che fra 4 anni a Insigne scade il contratto, se poi va via che fa? Hamsik ha voglia di restare a Napoli a vita, magari altri non ce l’hanno, bisogna rispettare il volere di tutti”.

Il contratto di Sarri ha una clausola di 8 milioni che scatta a breve

“Il Napoli oggi gioca un calcio molto moderno, prende applausi da tutta Europa, vincere e perdere questione di dettagli, di fortuna, ho sempre detto che è molto difficile vincere a Roma e Napoli, è difficile per l’ambiente, a volte ci esaltiamo troppo, se si crescere sotto questo aspetto si può anche vincere lo Scudetto. Io credo questo è l’ultimo anno di Sarri, tante squadre europee so che l’hanno chiesto, mi auguro per lui che sia l’ultimo anno con De Laurentiis”.

La gazzetta ha criticato la dieci a Lorenzo Insigne

“Andassero tutti a quel paese, il 10 è un numero come un altro, vale come il 9 e l’11, Isco che hanno esaltato tutti non mi pare avesse il 10, chi se ne frega se ha il 10 o il 22. Tavecchio si stava addormentando in tribuna, in Italia siamo messi male, si mascherano le cose. Insigne nel Napoli anche contro il Real ha fatto vedere chi è, se poi vieni messo in un altro contesto è logico che le cose cambiano, Verratti ed Insigne nella Spagna farebbero faville. In Italia dobbiamo cambiare la mentalità degli allenatori, queste sono tutte polemiche ridicole.

Corsa scudetto come vede il Napoli?

“Oggi il campione d’Italia è la Juve, sono ancora una grande squadra i bianconeri, restano la squadra da battere. ma anche il Napoli ormai è una grande squadra, ha trovato la sua dimensione, e la Roma secondo me può sorprendere. Le milanesi hanno fatto una politica che non condivido, non vedo la punta al Milan, vedremo quando arriveranno le partite più difficili”.

Tifosi furiosi con Raiola

Sul web arrivano le prime risposte dei tifosi napoletani furiosi con il procuratore…

 

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.